Home / IN PRIMO PIANO / Rilanciare il territorio, nasce Praia Nel Cuore: Antonio Mandarano presidente

Rilanciare il territorio, nasce Praia Nel Cuore: Antonio Mandarano presidente

Ufficializzata Praia Nel Cuore: associazione poltico-culturale che vuole stimolare e supportare l’azione degli amministratori locali. L’imprenditore Antonio Mandarano e l’ex assessore Fernando Marsilia ai vertici del nuovo soggetto.

bigmat fratelli crusco grisolia

Migliorare la qualità della vita delle persone che vivono a Praia a Mare e nei comuni limitrofi, attraverso l’analisi, lo studio, l’approfondimento, le proposte, le attività e le azioni concrete finalizzate alla risoluzione delle tematiche e delle problematiche economiche, sociali, ambientali e culturali che interessano i cittadini.

Con questo scopo è stata ufficialmente costituita l’associazione politico-culturale “Praia nel cuore” e nel corso di una riunione è stato designato all’unanimità come presidente del nuovo soggetto e del suo consiglio amministrativo Antonio Mandarano, imprenditore nel ramo di prodotti in carta e con esperienze politiche maturate in passato.

Vicepresidente è Fernando Marsiglia, commerciante di Praia a Mare e con un passato anche con ruoli da assessore nella giunta dell’ex sindaco Antonio Praticò. Infine, Giovanni Moccia, pensionato, ha assunto la carica di consigliere-segretario dell’organo di amministrazione.

L’assemblea costituente ha inoltre steso e firmato l’atto costitutivo oltre a predisporre e approvare lo statuto.

“L’associazione – si legge in una nota – si prefigge l’obiettivo di sensibilizzare e stimolare l’azione degli amministratori locali attraverso l’individuazione delle fonti di finanziamento pubbliche e private più idonee alla realizzazione degli investimenti. I componenti di Praia nel cuore, pensano che ci sia bisogno di una nuova e più ampia visione di sviluppo futuro, di programmazione, di dialogo, di condivisione degli obiettivi tra amministratori pubblici e operatori privati”.

Praia a nel cuore: l’ospedale di Praia a Mare e gli altri temi principali

I soci hanno approvato anche le linee programmatiche, individuando dieci punti prioritari sui quali concentrare l’attenzione nei prossimi mesi. “Gli argomenti di interesse – spiegano – sono molteplici ed eterogenei ma tutti di grande rilevanza sociale qual è l’ospedale generale di Praia a Mare, in merito al quale siamo in attesa dell’ennesimo pronunciamento del Consiglio di Stato. Seguiremo gli sviluppi futuri della vicenda e studieremo le carte al fine di informare correttamente i cittadini e supportare le amministrazioni comunali nella battaglia giudiziaria.

In ottica di sviluppo economico del territorio, riteniamo che ci sia bisogno di una nuova area idonea a favorire gli insediamenti produttivi, visto che la zona industriale di Praia a Mare è ormai satura. La nostra idea è quella di realizzare una nuova zona industriale-artigianale-commerciale intercomunale che interessi i comuni di Praia a Mare e Tortora, un’area omogenea, prevalentemente pianeggiante, che si estende dalla località Falconara fino alla località Torre Nave e che preveda l’annessione dell’area ex Lini e Lane.

Pensiamo, inoltre, che sia necessario aprire un dialogo tra i comuni di Praia a Mare e Tortora per costruire insieme un nuovo depuratore consortile intercomunale atto a soddisfare a pieno le necessità dei due nuclei abitativi e favorire il collettamento di tutte le aree urbane.

Il nostro – proseguono – è un territorio a vocazione turistica balneare, analizzeremo i flussi turistici con report annuali sui dati Istat-Osservatori Turistici Regionali sulle presenze e gli arrivi nelle strutture alberghiere ed extra-alberghiere dei comuni dell’alto Tirreno cosentino e del golfo di Policastro. Riteniamo che per un’effettiva crescita turistica ci sia assoluto bisogno di migliorare i servizi pubblici e privati. L’innalzamento graduale della qualità dei servizi e dei prezzi, genererebbe un ricambio fisiologico degli attuali villeggianti con turisti di livello sociale e capacità di spesa superiore. Forse numericamente le quantità degli arrivi e delle presenze sarebbero inferiori nei giorni di picco agostani ma i servizi potrebbero essere venduti con una marginalità sicuramente maggiore, ciò permetterebbe di produrre maggiore ricchezza, benessere sociale e godibilità delle immense bellezze naturali che il nostro territorio offre”.

Questi, solo per elencare le istanze che interessano i due comuni confinanti per i quali, inoltre, Praia nel cuore intende rilanciare il discorso, avviato anni fa, circa una fusione di comuni.

Dalla neo costituita associazione affermano: “Crediamo sia importante cominciare a dialogare in modo costruttivo su proposte che vadano in questa direzione. Daremo ampia informazione e supporto sulle agevolazioni previste dal programma comunitario 2022-2027. Periodicamente e ciclicamente vengono pubblicati bandi europei, statali e regionali, di interesse pubblico e privato.

I promotori del sodalizio si dicono pronti a mettersi a disposizione del territorio per il bene degli abitanti e invitano all’adesione: “Chiediamo ai giovani e a tutte le persone che hanno a cuore le sorti di questo territorio di diventare parte attiva di questo processo di cambiamento nell’esclusivo interesse di ognuno noi, delle nostre famiglie e dell’intera collettività”, concludono.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

penna-pistola cetraro

Cetraro, trovato in possesso di una “penna-pistola”: arrestato 34enne

Trovata dai carabinieri una penna-pistola perfettamente funzionante e pronta all’uso nell’abitazione di un 34enne a …