Home / COMUNI / CETRARO / Umberto Pietrolungo, il Riesame rigetta il ricorso per l’uomo accusato di un omicidio avvenuto a Vicenza nel 1991

Umberto Pietrolungo, il Riesame rigetta il ricorso per l’uomo accusato di un omicidio avvenuto a Vicenza nel 1991

Rigettato oggi, venerdì 28 giugno 2024, il ricorso presentato al Riesame dai legali del cetrese Umberto Pietrolungo. L’uomo è accusato di essere uno dei due killer che nel 1991 uccissero un avvocato vicentino e sua moglie.

mary ristorante pizzeria santa maria del cedro calabria

Il Tribunale del Riesame ha rigettato il ricorso dei legali di Umberto Pietrolungo, l’uomo ritenuto uno dei due responsabili del duplice omicidio Fioretto-Begnozzi, avvenuto a Vicenza nel 1991. Lo rende noto il legale del calabrese, Giuseppe Bruno, che difende l’uomo con il collega Marco Bianco, a margine dell’udienza odierna sul caso.

I due legali avevano presentato ricorso ritenendo insussistente il quadro indiziario e contestando la misura cautelare in carcere emessa dal Gip di Vicenza. Pietrolungo resta nel carcere di Cosenza, dove già si trovava per scontare una pena relativa ad altri reati.

Lo scorso martedì 11 giugno, nel penitenziario cosentino, all’uomo – ritenuto legato alla cosca Muto di Cetraro – era stato notificato dalla squadra mobile della Questura di Vicenza, un ordine di misura cautelare in carcere. Il provvedimento era stato emesso dal Giudice per le indagini preliminari di Vicenza su richiesta del procuratore Bruno poiché ritenuto il presunto esecutore materiale dell’omicidio Fioretto-Begnozzi.

Ad incastrare l’uomo, a distanza di 33 anni, prove genetiche raccolte all’epoca sulla scena del crimine e confrontate con tracce emerse nel corso di recenti indagini in Calabria. Gli sviluppi nel caso sono stati resi possibili – è stato spiegato – dai progressi registrati negli ultimi anni nell’ambito della genetica forense.

L’avvocato vicentino Pierangelo Fioretto, 59 anni all’epoca, e la moglie 52enne Mafalda Begnozzi, furono barbaramente freddati nel giardino della loro casa nel centro storico di Vicenza da diversi colpi di pistola, esplosi alle loro spalle. Due di essi al capo, come colpo di grazia. Le indagini si rivolsero da subito verso la pista del movente professionale, poiché l’avvocato era perito del tribunale specializzato in fallimenti. Aveva infatti seguito importanti vicende in materia societaria e fallimentare ed era consulente di importanti aziende che operavano nel territorio vicentino.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Sicurezza Internazionale

Santa Maria del Cedro, con L’Orodicalabria per discutere di Sicurezza Internazionale

“Le Nuove Sfide della Sicurezza Internazionale”: appuntamento a Santa Maria del Cedro con la presenza …