Home / CRONACA / Operazione Fata Verde: sgominata associazione a delinquere dedita alla produzione di marijuana in Calabria

Operazione Fata Verde: sgominata associazione a delinquere dedita alla produzione di marijuana in Calabria

Operazione Fata Verde dei carabinieri di Reggio Calabria: sgominata un’associazione di ‘Ndrangheta dedita alla produzione e al traffico di marijuana. Sequestrate piantagioni e ingenti quantitativi di droga.

mary ristorante pizzeria santa maria del cedro calabria

I carabinieri del Nucleo investigativo di polizia ambientale e forestale di Reggio Calabria, diretti dalla Direzione distrettuale antimafia reggina, hanno sgominato un’associazione a delinquere dedita alla coltivazione e al traffico di marijuana su larga scala nel Reggino.

L’operazione, denominata “Fata Verde“, ha portato all’arresto di 13 persone, tra cui i capi promotori e i finanziatori dell’organizzazione, nonché i manutentori e i custodi delle piantagioni. Le ipotesi di reato contestate vanno dall’associazione a delinquere finalizzata al traffico delle sostanze stupefacenti, aggravata ai sensi dell’art. 416 bis 1 c.p., a una serie di delitti in materia di stupefacenti.

Le indagini, avviate da tempo, hanno consentito di ricostruire un quadro dettagliato delle attività del sodalizio, che operava tra i comuni di Taurianova, San Procopio e Sant’Eufemia d’Aspromonte. I carabinieri hanno individuato le piantagioni di cannabis, dislocate in diverse zone del territorio, e monitorato i movimenti dei membri dell’organizzazione, acquisendo elementi di prova inconfutabili sulla loro colpevolezza.

È emersa la capacità dell’organizzazione di gestire l’intero ciclo produttivo della marijuana, dalla coltivazione alla commercializzazione. I sodali erano in grado di produrre ingenti quantitativi di droga, sfruttando terreni e manodopera a basso costo, e di distribuirla su un vasto mercato che ricomprendeva anche la provincia di Catanzaro.

“Gli odierni arrestati – spiegano dall’Arma – non desistevano neppure a fronte delle periodiche azioni di contrasto alle loro attività poste in essere dalle forze di polizia, tanto da essere capaci di riavviare in tempi rapidi le attività di produzione della sostanza stupefacente nonostante i vari controlli subiti. Peraltro i sodali simulavano la legale sussistenza delle coltivazioni di canapa, con raggiri e stratagemmi atti ad eludere i controlli operati dai carabinieri forestali.

Nel corso di un controllo amministrativo, uno dei titolari dell’attività, già istruito a dovere dai sodali, esibiva ai carabinieri la documentazione comprovante la sussistenza di un’azienda agricola a suo nome, un regolare contratto di affitto del terreno e fatture di acquisto di semi certificati di canapa nei limiti previsti dall’attuale normativa. Nello specifico, i militari intervenuti eseguivano ritualmente un campionamento delle piante presenti, con prelievo della coltura, alla presenza del titolare, al quale venivano rilasciati dei campioni in contraddittorio per le eventuali controverifiche. Gli esiti delle analisi condotti dal reparto investigazioni scientifiche dei carabinieri, confermavano la sussistenza di un principio attivo – thc nettamente superiore al quantitativo soglia consentito dalla legge, il che certificava la natura di stupefacente delle piante campionate.

Tra le varie attività condotte nel corso dell’indagine, i militari avevano già proceduto all’arresto in flagranza di un soggetto che trasportava ingenti quantitativi di piante di canapa prelevate dalle piantagioni oggetto della presente indagine, nonché di ulteriori quattro soggetti sorpresi nella lavorazione dello stupefacente, con conseguente sequestro di circa 70 chilogrammi di marijuana già in stato di essiccazione e pronta per la vendita.

Quest’ultima attività e tutti gli elementi raccolti dagli investigatori hanno portato all’adozione delle odierne misure cautelari, emesse dal Gip di Reggio Calabria”.

L’operazione Fata Verde è stata resa possibile anche grazie alla collaborazione del comando provinciale carabinieri di Reggio Calabria e ha visto l’impiego di circa 60 militari che hanno sequestrato diverse piantagioni di cannabis, nonché materiale per la coltivazione e la lavorazione della droga.

L’operazione Fata Verde rappresenta un duro colpo al narcotraffico in Calabria e dimostra l’impegno costante delle Forze dell’ordine nella lotta contro le organizzazioni criminali che lucrano sul commercio di sostanze stupefacenti.

Elementi per Yoast SEO:

Seo Title: Operazione Fata Verde: sgominata associazione di ndrangheta dedita alla produzione di marijuana in Calabria (60 caratteri)

mary ristorante pizzeria santa maria del cedro calabria

About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

penna-pistola cetraro

Cetraro, trovato in possesso di una “penna-pistola”: arrestato 34enne

Trovata dai carabinieri una penna-pistola perfettamente funzionante e pronta all’uso nell’abitazione di un 34enne a …