Home / COMUNI / BONIFATI / Bonifati, le mareggiate minacciano l’abitato

Bonifati, le mareggiate minacciano l’abitato


Il sindaco Mollo: “Situazione drammatica”. A causa delle recenti mareggiate l’abitato di Cittadella del Capo è a forte rischio. L’ente tampona con interventi di somma urgenza ma servono opere organiche arenate nella burocrazia calabrese.

BONIFATI – Le mareggiate di quest’ultimo periodo hanno nuovamente proposto all’attenzione della cronaca l’erosione costiera che attanaglia Bonifati.

Il sindaco Antonio Mollo parla di emergenza e di “situazione drammatica”. L’abitato di Cittadella del Capo è sotto attacco e i marosi che si infrangono sulla costa minacciano le abitazioni.

Come sottolineato di recente dal sindaco di Tortora, Pasquale Lamboglia, sulla vicenda pesano i ritardi della Regione Calabria.

Si paga il salatissimo prezzo della speculazione edilizia che ha interessato l’intero territorio, come ha rimarcato Carlo Tansi, geologo e responsabile della protezione civile calabrese.

tansi mollo bonifati mareggiata 2017 erosione costiera
Da sinistra, Carlo Tansi e Antonio Mollo

Bonifati: “Situazione drammatica”

“Una situazione drammatica”. Lancia l’appello Antonio Mollo, sindaco di Bonifati che monitora costantemente le condizioni meteo in attesa di una tregua.

“La situazione – ha detto – è sotto gli occhi di tutti. Cerchiamo di proteggere soprattutto le abitazioni ma il sistema fognario e di raccolta delle acque piovane va interamente ristrutturato”.

Quanto alla protezione della costa “è previsto un intervento organico – ha aggiunto – ma i tempi sono stati rallentati di molto dagli uffici della Regione Calabria che ha appaltato i lavori. Ho sentito Oliverio negli ultimi giorni del 2017 e ho un appuntamento con lui. Conosce la situazione e mi ha assicurato un intervento immediato. L’opera andava già realizzata qualche anno fa, adesso vediamo di fare in modo di accelerare i tempi”.

In campo le esigue forze a disposizione del municipio.

“Con i mezzi e i fondi comunali abbiamo fatto il possibile – sostiene Rosalba Palermo, ingegnere del Comune di Bonifati –, ovvero interventi di somma urgenza. Oltre non siamo in grado poiché servono risorse economiche ingenti. Come ufficio stiamo sollecitando la regione affinché i lavori partano al più presto”.

bonifati mareggiata 2017 erosione costiera

Erosione costiera e speculazione edilizia

In merito al problema generale è intervenuto Carlo Tansi, esperto geologo e da qualche anno responsabile della protezione civile della Regione Calabria.

“Questa – ha detto – è una costa martoriata dall’uomo a partire dagli Anni ’50 con una speculazione edilizia arrembante. Si è costruito sui fiumi che con le piogge, un tempo, portavano sedimenti sulle spiagge. Un ciclo interrotto perché i corsi d’acqua sono stati ristretti e in alcuni casi annullati”.

Secondo il geologo servono opere di protezione in mare. Barriere organiche, e non singoli pennelli, per agevolare il ripascimento naturale delle spiagge.

“Bisogna realizzare progetti adeguati – ha spiegato –. A Fuscaldo e Diamante ci sono situazioni critiche, ma non drammatiche come due anni fa. Le opere realizzate hanno iniziato a funzionare. Manca ancora il ripascimento che solleciterò agli uffici regionali.

A Bonifati, invece, siamo scoperti. Bisogna intervenire subito e partire immediatamente con la consegna dei lavori, altrimenti le case tra un anno spariranno.

Esiste una una barriera sott’acqua realizzata nel 2000 in modo parziale. Il progetto è incompleto e non ha portato benefici. È prevista l’integrazione di quella barriera soffolta con dei pannelli trasversali. Questa soluzione potrebbe essere molto efficace.

Però – ha concluso Tansi – l’erosione non aspetta i tempi della burocrazia. A breve redigerò una relazione dettagliata sullo stato di cose e la manderò al prefetto di Cosenza, agli uffici regionali e al governo centrale. Ognuno, per le proprie competenze, dovrà realizzare il prima possibile gli interventi”.


About Pierina Ferraguto

Giornalista pubblicista dal 2013. Laureata in Filosofia e scienze della comunicazione e della conoscenza all'Università della Calabria. Dal 2006 al 2008 lavora come stagista nella redazione di Legnano de Il Giorno. In Calabria lavora con testate regionali di carta stampata e televisive.

Check Also

Clinica Tricarico: sequestro da 5 milioni di euro

Reati fiscali. Gip di Paola ordina sequestro preventivo per circa 5 milioni di euro, reperiti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright