Home / IN PRIMO PIANO / Paola, si attendono i controlli per le case popolari

Paola, si attendono i controlli per le case popolari


Gli aventi diritto si dicono pronti a segnalare gli abusi nelle case popolari di Paola. E c’è chi attende che scadano le ordinanze urgenti per occupare un alloggio

PAOLA – Case popolari di Paola: la tolleranza zero contro gli abusivi avviata dal vicesindaco Tonino Cassano fa ben sperare.

Tra chi è in attesa di un alloggio con tutti i crismi dell’agibilità e della sicurezza dei luoghi adesso l’attesa è impaziente.

Tra il dire e il fare ci sono i furbetti delle case popolari. Viene riferito che appartamenti che per diversi anni sono stati chiusi, adesso stanno “miracolosamente” riaprendo i battenti. Ci sarebbe gente che negli effetti non vivrebbe in questi appartamenti ma che ci ritorna di tanto in tanto quando vengono avviati controlli.

Erano anni che non si avviava un’azione così incisiva volta a stanare questi furbetti. Qualcuno in precedenza è stato anche raggiunto da un’ordinanza del sindaco che aveva negli effetti avviato una vera e propria procedura di sfratto.

Ma i casi sono stati pochi. Così è stata necessaria un’azione più incisiva anche a riguardo delle tante lamentele dei “senza casa”.

Ritornando all’iniziativa recente dell’ente tra chi attende un alloggio c’è chi si è anche offerto “volontario” per mostrare dove vivono i presunti abusivi. Vedremo cosa accadrà.

paola case popolari alloggi

Case popolari di Paola: i tanti casi

Ci sono tante voci che provengono dalla popolazione.

Qualcuno che attende che si rimetta mano alla vecchia graduatoria, perché negli effetti non sarebbe esaurita, altri che si dicono scettici sulle nuove che verranno varate dall’ente in quanto in passato hanno avuto brutte esperienze.

Ci sono famiglie che negli effetti sono state destinatarie di abitazioni vecchie e malridotte e che adesso aspetta di essere “ripescata” e destinataria di un alloggio decente.

Altre invece che attendono dal 1998. Anno in cui vennero presentate le domande. La graduatoria è stata pubblicata dopo dieci anni. E infine sono state accettate solo nel 2016 146 domande, mentre una cinquantina sono state escluse. Tuttavia molti ai primissimi posti sono ancora al palo.

E poi c’è chi aspetta che “scadano” le recenti ordinanze urgenti del sindaco di Paola della durata di un anno per ambire a un’abitazione.

Sulla nuova graduatoria che dovrà essere varata (due i mesi di tempo per i richiedenti per fare la domanda) peserà comunque l’andamento delle verifiche che sono state affidate al comando di polizia municipale e agli uffici dell’ente. Ancora in ogni caso i sopralluoghi disposti dalla giunta non sono iniziati.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

Belvedere Marittimo, inaugurati i Laboratori musicali del Liceo Campanella

Per gli studenti aule di tecnologie musicali, una sala di registrazione e una per i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright