Home / IN PRIMO PIANO / Maratea, volontari del Wwf liberano una tartaruga marina

Maratea, volontari del Wwf liberano una tartaruga marina


Il giovane esemplare era stato curato dopo essere stato ritrovato a largo di Baia del Carpino a Scalea avvolto in una matassa di plastica

MARATEA – Una tartaruga marina è stata reimmessa in mare oggi, 23 novembre 2018, dai volontari del nucleo operativo del Wwf di Maratea.

“La piccola Chiara – dicono gli animalisti – era stata recuperata nelle nostre acque lo scorso 13 agosto da Gianluca Spedaliere. Era in evidente difficoltà perché attorcigliata in una grande matassa di plastica che le attraversava completamente anche l’intestino.

maratea wwf nucleo operativo
Alcuni componenti del nucleo operativo Wwf di Maratea

Una volta arrivata nel Porto di Maratea si è messa immediatamente in moto la macchina operativa per farla giungere prima possibile all’oasi Wwf di Policoro dove è stata operata.

Fino ad oggi, quando ha finalmente ritrovato la libertà. Ringraziamo l’oasi Wwf di Policoro e l’università veterinaria di Bari per le cure prestate e Manuel Chiappetta per il supporto logistico alla liberazione”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Ghost work: Licursi assente per caffè e incontri con una donna

Dal racconto degli inquirenti i particolari della condotta del sindaco di Scalea ai domiciliari per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright