Home / CRONACA / Santa Domenica Talao, estorsione: arrestato Giuseppe Bloise

Santa Domenica Talao, estorsione: arrestato Giuseppe Bloise


Il “Boss della montagna” è ritenuto la mente di estorsioni perpetrate a settembre scorso a danno di imprenditori impegnati in lavori pubblici.

SANTA DOMENICA TALAO – Giuseppe Bloise è stato arrestato nelle ore scorse dai carabinieri con l’accusa di di estorsione e tentata estorsione, reati aggravati dal metodo mafioso.

L’uomo di Santa Domenica Talao, definito dall’Arma come il “Boss della montagna”, è accusato per due distinti episodi delittuosi del settembre 2018 a danno di ditte impegnate in lavori pubblici nel piccolo centro tirrenico.

I militari della sezione operativa della compagnia dei carabinieri di Scalea hanno dunque dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip di Catanzaro su richiesta della Dda.

Nell’operazione sono stati impiegati molti carabinieri che, dopo aver bloccato l’uomo, hanno effettuato perquisizioni di locali e svolto controlli in zone impervie frequentate da Bloise.

L’antimafia ha coordinato le indagini con i sostituti procuratori Camillo Falvo e Romano Gallo, coordinati dal procuratore Nicola Gratteri.

giuseppe bloise santa domenica talao boss montagna
Giuseppe Bloise, Bosse della montagna di Santa Domenica Talao

Le indagini dei carabinieri di Scalea

Dopo la denuncia degli imprenditori taglieggiati, i carabinieri di Scalea hanno avviato le indagini. Come già riportato da queste pagine, a settembre scorso due persone erano state arrestate in flagranza.

Si trattava di Lorenzo Pandolfi e Pasquale Forestieri, risultati poi coordinati proprio da Bloise che, secondo gli inquirenti, avrebbe curato “l’ideazione, la promozione, la direzione ed il coordinamento delle attività estorsive sul territorio di Santa Domenica Talao“.

Per compiere queste attività illecite, Bloise “al fine di affermare il potere criminale sul territorio e assumere il controllo delle attività economiche, si avvaleva di alcuni soggetti al suo servizio, impiegati per l’esecuzione materiale degli atti delittuosi.

Le indagini hanno fatto emergere che i predetti soggetti, dopo aver posto in essere atti intimidatori in danno delle imprese appaltatrici di lavori pubblici operanti in zona, avvicinavano i responsabili delle stesse avanzando richieste di cospicue somme di denaro”.

Nel dettaglio, vengono allora ricordati i fatti di settembre 2018, quando l’Arma organizzò una consegna controllata del denaro richiesto agli imprenditori a scopo di estorsione. In quella occasione sono stati fermati in flagranza di reato Pandolfi e Forestieri.

estorsione santa domenica talao forestieri pandolfi
Un’immagine della consegna controllata del denaro

“La successiva attività – spiegano gli investigatori – permetteva di acquisire numerosi elementi di prova per affermare che il mandante della richiesta estorsiva era Giuseppe Bloise, il quale già mesi prima aveva avvicinato personalmente un altro imprenditore impegnato in lavori pubblici avanzando analoga richiesta illecita”.

Giuseppe Bloise: il Boss della montagna

Le indagini avrebbero dunque confermato la contiguità di Bloise ad ambienti criminali locali.

Elementi già pendenti sul capo dell’uomo che era già stato coinvolto nell’indagine Overloading, sviluppata nel 2010 dalla compagnia dei carabinieri di Scalea, in collaborazione con i colleghi di Paola e il Goa della guardia di finanza di Catanzaro, sotto la direzione della procura distrettuale antimafia di Catanzaro.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Amantea, marijuana nella farina: arrestato 27enne

Arrestato un richiedente asilo nigeriano alla stazione ferroviaria di Amantea. In un pacco di farina …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright