Home / OPINIONE / EDITORIALI / Ciao Nando, Praia a Mare piange “Camarillo”

Ciao Nando, Praia a Mare piange “Camarillo”


Si è spento a soli 52 anni e a causa di un malore Nando “Camarillo” Marsiglia. Una vasta comunità di amanti della musica lo saluta.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

“Il computer non è in grado di trasmettervi il lato emozionale della questione. Può fornirvi la matematica, ma non le sopracciglia”. [Frank Zappa]

Venerdì 22 novembre 2019 è morto a Praia a Mare Ferdinando Marsiglia.

Aveva 52 anni. Una perdita che ha sconvolto buona parte della comunità di Praia a Mare, ma non solo. Nando “Camarillo” aveva un negozio di musica. E quando hai avuto una cosa così negli Anni ’90, non appartieni solo a una comunità geografica.

Ferdinando “Nando Camarillo” Marsiglia (foto: Claudio Sirimarco)

Infatti, Nando lo piangono in diversi comuni di questo territorio, e non solo. Non è questione di essere stato suo parente o amico stretto. Figurarsi cliente. È questione che chi ha frequentato anche una sola volta Camarillo Dischi in via Longo a Praia a Mare – soprattutto in “quegli anni” – non è mai uscito da quel negozio a mani vuote o semplicemente con qualche cd, musicassetta o vinile.

È stato così anche per me. In tempi lontani persino da Mtv, frequentare Camarillo era un modo per capire che roba fosse la musica di cui leggevo sulle zine. L’acquisto di un cd da quasi 30mila lire nella fascia-proletariato-da-Marlane era una cosa molto ragionata. E Nando ti permetteva di ascoltare tutto e stava lì con te ad ascoltare.

E ti consigliava. E da quando mettevi piede nel suo negozio fino a quando te ne uscivi ti metteva a disposizione il suo sorriso.

Quando sono andato via da Tortora per circa una decina di anni, ci sono andato sempre meno. Poi – credo – deve aver chiuso per via della musica digitale. Ma un segno lo ha lasciato, in molti di noi. In quelli della mia età (con una tolleranza di almeno dieci anni in eccesso e in difetto).

Ne ho parlato con mio fratello, che mi ha avvertito subito appena saputo, memore dei miei bazzicamenti camarillici. Con Andrea, che si sente “diminuito” e che veniva da Scalea per dissetare il suo male di musica. Con Gianpaolo, che planava da Maratea per i suoi dischi e che mi dice di essere “stravolto”, che “devi scrivere qualcosa”.

Ho letto molte cose belle su Nando in queste ore. Mi ha colpito Alfonso che gli augura buon viaggio, dopo aver lasciato “questa terra ingiusta”. Eloisa che ringrazia “per questi più di 30 anni di musica”. Molti lo hanno tributato esponendo in bacheca il primo cd comprato da lui.

Tra lo scritto e il non scritto, è difficile credere che chi lo ha conosciuto non gli abbia dedicato almeno un pensiero.

I funerali sono in programma alle 9 e 30 di domani, domenica 24 novembre 2019, presso la Chiesa San Paolo Apostolo di località Laccata di Praia a Mare.

Ciao Nando, buon viaggio Camarillo. Ti sia lieve l’mp3.

Ai famigliari le sentite condoglianze della redazione.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Perché la Riviera dei Cedri è come l’immaginaria Amity

EDITORIALE ||| Cosa ci fanno le seconde case, Steven Spielberg e un decreto ministeriale di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright