Home / Senza categoria / Fatti di Punta Alice: reazioni

Fatti di Punta Alice: reazioni

Negli articoli che seguono le reazioni dell’amministrazione comunale ai noti fatti di Punata Alice e quelle dell’Ssd Tortora alle sconcertanti dichiarazioni del Presidente dell’Fc Cremissa.

studio odontoiatrico vaccaro diamante

TORTORA ” Non si placa l’ondata di sdegno generata dall’aggressione patita dalla società  e dai giocatori del Ssd Tortora domenica scorsa a CirಠMarina, episodio questo, non unico nel fine settimana calcistico calabrese.
Arrivano anche le prime reazioni istituzionali. Alla conferenza stampa dell’Ssd Tortora, tenutasi lunedଠscorso presso la sala consiliare, erano infatti presenti anche il Sindaco del Comune, Giuseppe Silvestri e l’assessore allo sport, Antonio Ponzi.
Unitamente alla dirigenza e agli appassionati del Tortora presenti, hanno convenuto sull’esecrabilità  di quanto ha avuto luogo in quel di Cirಠe sulla necessità  di una radiazione della squadra dell’Fc Cremissa. In particolare Ponzi ha sottolineato aspetti importanti della vicenda. “Quella che è stata scritta al campo sportivo di Punta Alice ” ha spiegato l’assessore allo sport ” non è stata una pagina di sport, ma semplicemente di violenza.
In seguito Ponzi si è ricollegato a quanto sostenuto dal segretario della società  sportiva, Biagio Aurelio, in merito alla responsabilità  dei dirigenti nei confronti dei propri giocatori, in particolare degli “under. “Per la finale di Coppa Calabria che si terrà  l’11 maggio a Roggiano, stavo organizzando insieme alla società  dei pullman per i tifosi, particolarmente per i pi๠giovani. Dopo quanto accaduto mi chiedo anche fino a che punto vale la pena andare a giocare la finale, e quale madre manderebbe un figlio in questa trasferta? A Cirಠsi rischiato molto e un plauso va a giocatori e dirigenti che sono stati freddi nel non reagire. Esprimo la vicinanza dell’amministrazione comunale alla società  sportiva del Tortora.
Molti hanno perಠconvenuto che non disputare la finale del trofeo dedicato alla morte di Ermanno Licursi sarebbe un premio alla violenza. Silvestri ha insistito a che la Lega faccia per bene il suo dovere ma ha anche lamentato il mancato contatto da parte dell’amministrazione comunale cirotana.
La società , nelle persone dei dirigenti presenti, tra cui il Presidente Laino, il diesse De Filippo e i dirigenti accompagnatori Gentile e Galati, presenti anche al momento dei fatti, hanno avuto modo di ringraziare le manifestazioni di solidarietà  giunte dalle squadre San Nicola Arcella, Talao, Scalea, San Paolo ed altre compagini tirreniche. Infine il segretario Aurelio ha annunciato l’intenzione di convocare un summit con le altre società  dilettantesche dell’alto tirreno cosentino per discutere dei temi della violenza nel calcio.

TORTORA ” Giunge la controreplica della dirigenza Dell’Ssd Tortora alle dichiarazioni di ieri del Presidente dell’Fc Cremissa il dott. Michele Rajani.
Questi aveva avuto modo di sminuire quanto sostenuto dalla contro parte tortorese e si era chiesto come mai il Tortora, dopo le ingiurie fisiche, non avesse mosso le proprie rimostranze al direttore di gara, il signor Minici di Catanzaro ed al commissario di campo.
Questi ultimi, è da precisare, parimenti alle forze dell’ordine in loco, non sono stati testimoni diretti dell’aggressione ma, in contrasto con quanto sostenuto dal Presidente del Cremissa, il Tortora ha fatto presente di aver informato entrambi dell’accaduto. Il resto lo raccontano i referti medici dell’Ospedale di Cariati. Rajani è addirittura giunto ad accusare il Tortora di aver fatto dell’accaduto un “raggiro tale per crearsi alibi.
Intanto da Tortora i membri della dirigenza avvisano di aver fatto partire il ricorso alla Lega e di ponderare l’eventualità  di una denuncia penale. A proposito di testimoni non diretti “lo stesso Presidente del Cremissa ” afferma la dirigenza del Tortora ” non era presente, per sua stessa ammissione, al momento dell’aggressione. Non accettiamo lezioni da loro, tutt’altro. Recitino il mea culpa e porgano le loro scuse. Sulle testimonianze dirette, aggiungono i dirigenti, “al momento dell’aggressione, l’arbitro si stava riscaldano e il commissario di campo era in ritardo, ma entrambi sono stati messi a conoscenza di quanto accaduto. Lo stesso dicasi delle forze dell’ordine dalle quali siamo stati scortati: i Carabinieri di Cirಠfino a Cariati, che presso l’ospedale hanno raccolto le deposizioni dei contusi e i Carabinieri di Cariati che dall’ospedale ci hanno scortato fino a Rossano. Entrambi sono stati dunque messi a corrente dell’accaduto.
Ancora una condanna a chiusura: “Confidiamo nell’operato della Lega e del giudice sportivo ” ha sostenuto lo staff del Presidente Laino – e ribadiamo la condanna di questo atto vile ed ingiustificabile. Il Tortora, a differenza delle squadre di Cirà², vanta una storia ultraquarantennale di correttezza e lealtà  sportiva. Il Presidente pensi a fare altro piuttosto che venire a dare lezioni di calcio sano a noi.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Ricerca, edilizia, intelligenza artificiale: ben 18 progetti approvati per l’Unical con i fondi PNRR

Ottime notizie per l’Università della Calabria, che ha visto approvati ben 18 dei suoi progetti …

One comment

  1. piena solidarietà ai ragazzi, ma che scandalo che si smuove un0’amministrazione quando l’economia a tortora la fa girare altro, e manco x la marlane o x la spiaggia si è fatta una conferenza stampa, è scandaloso che sindAco e assessore parlino solo in queste occasioni o x le la pastorizia. ma si è visti il sindaco di belvedere che ha fatto,quando è emerso quel problema sulla sua spiaggia?il nostro tortora è paese di pecoroni, e si merita di essere amministrato da pecorari e poi gestore lei sempre con lo zuccherino, dopo il tecnico, anche lei come il suo illuistre collega ci va piano forse ambisce all’ufficio stampa????se il vostro prezzo è questo diciamo che è molto basso!