Home / IN PRIMO PIANO / Turismo Calabria Alto Tirreno Cosentino: forum permanente

Turismo Calabria Alto Tirreno Cosentino: forum permanente


Turismo Calabria: uno spazio per discuterne a 360 gradi. In particolare per Alto Tirreno Cosentino e Riviera dei Cedri.

green multiservice disinfezione

Il forum permanente sul turismo di Blogtortora.it (oggi Infopinione.it) vuole essere uno spazio utile per tutti noi.

Per questo motivo spero che chi contribuirà lo farà con proposte sul da farsi più che con critiche sul fatto o non fatto.

Non che queste, se poste in maniera rispettosa dei destinatari, siano inutili.

Ma prospettare soluzioni ad un problema è più utile che sottolinearlo semplicemente.

Il Gestore



About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Santa Domenica Talao, taglia alberi senza autorizzazione: denunciato

Un uomo del posto ne avrebbe abbattuti 45, in gran parte ontani, in località Sant’Andrea, …

54 comments

  1. L’estate è iniziata un po’ a rilento; vengono fatti programmi per interessare il “turista”, ma……..Il mare è più sporco che mai, il sistema fognario è sempre più inefficiente, la spazzatura gettata come capita viene ritirata nelle ore in cui chi ha passato la mattinata a spiaggia a guardare il mare senza potere entrare in acqua per non correre rischi sta mangiando e viene deliziato dal profumo che il raccoglitore lascia al suo passaggio. Non è volere essere polemici, ma non si fa alcunchè per progredire. Viene sempre più la voglia di vendere tutto e non tornarvi, purtroppo allo stato attuale i beni che abbiamo ci costano tanto ma hanno un valore in picchiata. Un cittadino contribuenteuno desidera avere un ambiente decente. Scusate, ma in più di quarantanni noto un degrado pauroso.

  2. Ciao Andrea,potresti creare un post con il programma estivo tortorese, so che è uscito ma non sono riuscito a trovarlo…. sono davvero “impaziente” di vedere cosa ci propinerannò quest’estate!!!!

  3. Penso che tutti ilidi privati dovrebbero scomparire così come hanno fatto in sardegna. forza la spiaggia libera.

  4. l’estate è iniziata già da un mese e a tortora ancora non si sà, perchè a tortora l’estate è Agosto, poveri commercianti, dalle altre parti lavora dai 4 ai 5 mesi per godersi un inverno con i frutti estivi, i tortoresi lavorano 1 mese per poi cambiare mestiere e arrabattare qualcosa nei mesi freddi, c’è chi s’è buttato in politica e chi ha preferito altro, è un cane che si morde la coda il mio caro tortorese peccato che e finita anche quella………………buon Agosto a tutti.

  5. La Gazzetta del Sud odierna da notizia di una protesta di cittadini di Tortora per l’effettuato taglio di vari alberi di strade cittadine. va osservato che le amministrazioni comunali di Tortora non hanno mai privilegiato il verde cittadino, ma il cemento. Camminare sul lungomare è quasi come fare la traversata del deserto; salire in auto dopo essere stati in spiggia ed avere pagato € 1 all’ora per parcheggiare è come entrare in un forno. Sino a qualche mese fa c’era qualche albero che dava un po’ di sollievo, ma a marzo ho notato che si procedeva ad una ( chiamamola) potatura selvaggia. Perchè? in tutte le località balneari si piantano gli alberi, si creano sì le isole pedonali con bar tavolini ecc., ma generalmente in luoghi freschi ed alberati come a Praia a Mare, non in strade di traffico intenso in mezzo al cemento. Facendo Corso Aldo Moro isola pedonale i traffico serale intenso nei mesi estivi dove verrà deviato? Idea geniale:forse sul Lungomare. Scusate l’ironia. Maria 37

  6. Solo ora ho viste che esiste un forum sul turismo ed esprimo il mio pensiero.Frequento Tortora da 42 anni. Il primo impatto è stato molto entusiasmante: natura incontaminata,mare limpido e pulito abitanti semplici e generosi, disponibili a tutto per farti sentire a tuo agio. Con il passare degli anni man mano che avazava la cementificazione selvaggia della marina avanzava anche il degrado ambientale. La mia famiglia,un componente è tortorese doc, attaccatissimo alla sua terra dove un domani(speriamo lontano) vuole essere sepolto, ha investito i propri risparmi in una villetta, il nostro investimento non ha dato buoni risultati; è come se avessimo acquistato in borsa dei titoli tossici. I figli , dopo avere girato un po’ non amano venire con i bambini a causa di :mare sporco ed alquanto inquinato, mancanza di strutture turistiche, strade dissestate e turisti estremamente ineducati. Non parliamo poi dei “piano bar” con altoparlanti a tutto volume che non permettono il riposo notturno. Ci sarebbero tante cose da dire, ma penso che tutti sappiano che responsabili di ciò non sono pienamente gli splendidi generosi tortoresi,hanno un solo torto:quello di essere stati troppo ospitali e di non avere posto REGOLE. Non sarà facile migliorare la situazione, ma tutti insieme bisogna cercare di risalire la china specialmente dopo i danni provocati da maltempo e marggiate nel passato inverno. Sperando che il sistema fognario funzioni aspettiamo i turisti.Maria 37

  7. cittadino del mondo

    Ciao a tutti !!
    Vorrei fare una proposta per il turismo tortorese!
    Non so se siete mai stati a Soverato!!
    Ma li il turismo si svolge tutto sul lungo mare tutto gratis e gente fino al mattino!!!
    Io ci sono stato tempo fa e sono rimasto stupito che in un paese calabrese ci possa essere tutto quel turismo!!!
    Li tutti i lidi organizzano serate disco, serata con gruppi musicali, serate latine, ogni sera ogni lido e strapieno non si paga l’ingresso ma paghi solo cio che consumi….e concerti di cantanti famosi sul lungomare…….
    Hai limbarazzo della scelta senza dover spendere l’impossibile come da noi….cosi evitiamo l’esclusiva delle discoteche ma il divertimento ovunque per tutte le tasche…..
    LIDI datevi da fare…………….altrimenti dovrete chiudere se si continua cosi…………….

  8. Sono d’accordo con tutti voi: eppure credo che tutte queste idee vadano raccolte in unpiano programmatico in modo da priorizzarle secondo l’utilità ed in modo da creare il famoso indotto. Questo piano servirebbe poi a richieder fondi. Occhio e croce per fare tutto non basterebbero 100.000.000 di € per avviare tutti i cantieri, dato che si tratta di opere imemnse e molto belle. Quali fare prima? cosa porta un immediato ritorno? dove reperire i fondi? Sull’ultimo quesito vorrei sapere quanti amministratori di tortora si sono posti questa domanda e come hanno approcciato questo problema.
    che ne dite?

  9. Ciao Gino, salve Albé. Questo sito per me è come un figlio e probabilmente non sono obbiettivo nell’esprimere giudizi su bt.it. Ma voglio sperare che non vi sfuggano i contributi positivi (secondo me ce ne sono diversi) di alcuni utenti.
    Gino, purtroppo ieri non mi è stato possibile passare per la riunione, se ti va facci sapere come è andata. Inoltre attendo le foto che, se vuoi, puoi invare a blogtortora@email.it. il Gestore

  10. Non conosco “Gino Russo titolare del Gino’s American Bar” ma, a mio modesto parere, il suo intervento mi sembra il più interessante e costruttivo che abbai mai letto in questo blog.
    Complimenti.

  11. la cosa sorprendente di questo blog è vedere con quanto accanimento le persone pur cercando di portare avanti un’idea meritevole o no di rispetto ,sono pronte a indirizzare il dito indice verso tizio o verso caio,il che oltre ad allontanarci dal principio dell’associazionismo ,ci porta via un casino di energia.
    energia che andrebbe canalizzata verso soluzioni che quasi sempre sono dietro l’angolo,ma spesso ce ne dimentichiamo perchè presi da voglie di protagonismo individuali e discussioni che non sempre possono portare un miglioramento alla società.
    L’estate è finita bla bla bla,lo sappiamo tutti perfino i muri ormai imbrattati di manifesti che provengono da tutte le parti sociali,ma quasi spesso mentre si scrive su questo mezzo di comunicazione a dir poco sorprendente non vengono menzionate MAI le soluzioini…quelle idee in poche parole che dovrebbero farci uscire dall’isolamento e sopratutto dalla presunzione,e farci indossare semmai i panni dell’umiltà,come in un lavoro sinergico di squadra,dove l’interesse comune è il turismo ,che oltre a portare un incremento economico,potrebbe portare anche quello culturale.
    Certo non è facile ,ma non per questo impossibile.
    Quasi sempre le lamentele spesso e volentieri sono l’esternazione di una situazione disagiata, fatta di mancati incassi,crisi e situazioni familiari a dir poco sconcertanti,dove l’individuo naviga ininterrottamente in questo mare fatto di condizioni psicologiche negative.
    Portare una qualità della vita ottimale,potrebbe in qualche modo migliorarne quanto meno la comunicazione e parlando in termini commerciali,qualora s’intenda vendere il proprio brand,al cliente di turno che sia il turista o meno,sicuramente avremo delle risposte positive in quanto la conoscenza del proprio prodotto,unita alla consapevolezza di abitare in uno dei posti più belli d’Italia senza paragrafarne come spesso succede solo le situazioni negative,in qualche modo darà (nel tempo)quei risultati ottimali che la stragrande maggioranza di noi persevera giorno dopo giorno.
    E’ proprio di oggi una riunione tenutasi con alcuni imprenditori locali ,i quali vorrei ringraziare per la loro disponibilità e per il contributo di idee,di creare un polo sinergico di servizi per un mercato d’oltre confine.
    Cercare in poche parole di lavorare con un turista straniero in diversi periodi dell’anno fatto eccezione per quello estivo,ma bensi settembre-giugno,attraverso pacchetti vacanze mirate con un abbattimento dei costi da parte degli operatori,che a noi darebbero una ventata di economia e cultura nello stesso tempo,e al turista un percorso mirato fatto di ricettività,percorsi gastronomici,passeggiate a cavallo,rafting e tanto altro dove chi sceglie di venire in vacanza da noi deve avere la consapevolezza di qualcosa di nuovo che si respira nell’aria e che sopratutto non li faccia annoiare,perche’ il vero problema di chi viene a fare le vacanze in questi posti è purttroppo la noia.
    sicuramente come già detto non è facile,ma se quell’energia di cui parlavo prima ,la trasformassimo in idee concrete,sicuramente, direttamente o indirettamente TUTTI potremmo trarne benefici.
    grazie
    Gino Russo titolare del Gino’s American Bar

  12. Possiamo essere liberi solo se tutti lo sono.

  13. L’uomo libero, cioè colui che vive sotto la sola guida della ragione, non è guidato dalla paura della morte, ma desidera direttamente il bene, cioè agire, vivere, conservare il proprio essere avendo quale fondamento la ricerca del proprio utile; perciò a nulla pensa meno che alla morte e la sua saggezza è una meditazione della vita.

  14. Ottima esposizione Risorto. Pur nella non semplicità di una tale iniziativa ne riconosco la sua potenzialità. Potenzialità che vive di due facce.potrebbe essere utile quanto deleteria se scadesse ( e ci sono buone probabilità che lo faccia) nel mero battibecco di parte. Ma chi non prova a fare taccia. Per cui attendo (da parte tua e da chiunque ne abbia voglia) suggerimenti per l’impostazione di un forum permanente sulla Politica… assiologicamente intesa. Inviatemi i vostri suggerimenti alla casella del sito: blogtortora@email.it . il Gestore

  15. infonde della umana tristezza il continuare a riscontrare che sua maestà IDEA abbia abdicato e con essa sua CREATIVITA’… orsù nulla di più detrimente per una affanosa comunità come quella tortorese, aver mandato in esilio le su eminenze… Nulla può a loro sostituirsi … ma se solo sua generosità e sua identità tortorese vorranno potranno recarli in lor seno per sperar di evolvere la circolante modestia e l’imperante pressapochismo… comprendete lontani concittadini che solo una comunanza di una idea di sviluppo integrato delle fonti naturali (ed umane) potrà dare lustro e speranza al leggiadro “volatile”…
    per dar concretezza propongo al gestore l’apertura di un forum di politica — intea nella sua nobiltà assiologica — ove fabbricare idee per lo sviluppo sostenibile dall’amata Tortora.
    Con auspicio e speranza F.to Risorto

  16. Giuseppe Miraglia

    Ottima proposta Biagio, peccato che l’Amministrazione a mio avviso non avrà questa capacità ad organnizzare l’incontro che te vorresti(in particolare l’Assessorato al Turismo). Forse, potresti chiedere all’amico sempre disponibile Antonio Iorio(Proloco) che potrebbe attivarsi assieme al Consorzio Lidi per un lavoro del genere, bella l’idea..e di li perchè non invitare tutti i commercianti e proporre la nascita della loro Associazione?Così si arriverebbe poi a discutere anche dei problemi sottoposti da Rocco..Insomma questa è la mentalità che ci vuole.

  17. è da molto che non scrivo piu’ sul blog.
    Bene oggi dopo circa 5 mesi vi dico che a Tortora purtotroppo non si è mai capito perchè tra di noi dobbiamo sempre litigare. L’estate è andata benissimo, molto sole, mare calmo, il pienone in agosto, come sempre, mediocre luglio. Ora litighiamo per cose stupide, io propongo un resoconto estivo di tutti gli operatori turistici insieme all’amministrazione comunale, per vedere un po il punto della situazione, dove bisogna insistere per migliorare, e dove si può continuare sulla stessa strada. Restiamo uniti tutti gli operatori turistici e non, non facciamo come qualche nostro collega (purtroppo da ignorare e da escludere dalla società civile) che denuncia il collega e vicino di attivita, all’ispettorato del lavoro. Cosa certa, vi garantisco mi è stata fatta quest’offesa, ma fortunatamente la mia attività già smontata da oltre una settimana da operai regolarmente assicurati. Ma il caso ha voluto che lo stesso ispettore che era venuto da me per beccarmi in difetto, pensate un po, ha beccato il mio vicino in difetto con un operaio rumeno. Per questo vi dico lavoriamo seriamente e facciamo il nostro dovere, perchè chi ha fede sa che il buon Dio aiuta sempre a chi lo merita.
    ah dimenticavo: il mio caro vicino ha parlato per tutta l’estate con me di collaborazione, e pensate veniva anche a prendere il caffè.
    e vai a scopreire è dal 2006 che sta denuncianto me e la mia attività. biagio praino lido 2000 vicino il fiume noce

  18. Non è mia abitudine visitare blog tortora…..ma a quanto pare faccio la cosa sbagliata…
    non so se si è capito, ma io sarei l’altra metà che gestisce da 4 anni “Il lido con le panche in legno a stile pub londinese”……..che non ha mai avuto la birra alla spina…
    non posso fare altro che associarmi a quanto detto dal mio socio……..si,si…..c’è una miopia più che accentuata a quanto pare………con una certa tendenza (sarà stato il caldo tipico del sahara) alla visione di miraggi…..
    credevo che la fase del classico commerciante che, deluso dagli €siti della stagione, se la prende coi lidi fosse passata…, ma a quanto pare no!!……e deduco che il nostro modo di operare interessa e come, dal momento in cui ci si tira in ballo…. e mi compiaccio…….
    ….in bene o in male,,.. l’importante è che se ne parli….
    Penso solo che cercare di rendere decorosa la propria attività è un pregio di pochi…., quegli altri tanti che non ci riescono puntano il dito sui pochi…….rifacendosi alle regole…….(…e come già detto dal socio)….rischiano di fare figuracce…..dal momento in cui non si accertano dei fatti……..pensando di conoscere le regole meglio degli altri….
    Sul manifesto pubblicato da gino russo si legge che a tortora manca l’associazionismo. ebbene sì. è verissimo….. in buona parte dei casi le associazioni si sfasciano o non nascono affatto, per colpa di mentalità retrogade e dello spirito del “fammi pensare prima (e solo) a me”….

    che siate cattolici o meno:”venite e vedrete”……..se non siete già impegnati a fare aria davanti al tipico bar del paese….

  19. ARTICOLO SULLA SPAZZATURA – Mercoledì, 27 Agosto 2008

    “Disagi per la Raccolta Differenziata – Critiche di Cittadini e Legambiente”

    In riferimento all’articolo suindicato, pubblicato su “Calabria Ora”, quotidiano d’informazione regionale, mi sorprende il fatto che proprio Antonio Lacava, portavoce del Comitato dei Diritti dei Cittadini e Rappresentante Zonale di Legambiente sia a lamentarsi e rifletta sulla gestione della raccolta dei rifiuti. Invece, dovrebbe agire in prima persona e prendere provvedimenti dato che ne fa parte e conosce bene a fondo tutti i sistemi e problemi Tortoresi. Quindi, anziché d’iniziare il suo intervento esternando le sue scuse (non plausibili a mio avviso) a tutti i villeggianti , dovrebbe cercare di rintracciare le persone responsabili (le quali sembrano essere latitanti…) e far rispettare le regole ed addossare le colpe a chi di competenza. Concordate con il sottoscritto?

    Tony Mammì

  20. OCCASIONE MANCATA

    Messaggio rivolto a tutti i Costruttori, Imprenditori, le Agenzie di Viaggio, Albergatori, Operatori Turistici e soprattutto all’Assessore al Turismo e Spettacolo di Tortora…

    Purtroppo, per l’ennesima volta… un’ occasione mancata (spiegherò in seguito…) ed a distanza di più 30 anni anziché di andare avanti si va indietro.

    Dico questo perché negli anni 70 la stagione estiva durava più a lungo e si lavorava con i Gruppi, gli Stranieri (maggior parte Tedeschi), le “Colonie”, gli Anziani, le Agenzie di Viaggio Straniere (specialmente le Scandinave) e via dicendo.

    “Fortunatamente”, pochi sanno il motivo delle assenze dei tanti Stranieri da tanti anni sul nostro litorale e se interessati, chiedetemelo e vi metterò al corrente e vi terrò persino aggiornati della situazione…

    All’ inizio della stagione estiva 2008, alcuni degli Imprenditori e Costruttori si sono rivolti a me con le testuali parole: “Tony, a fine stagione dobbiamo fare qualcosa” …”Bisogna sedersi a tavolino e studiare un programma ed un sistema per attirare di nuovo gli Stranieri di una volta”…Al che ho risposto: “Dovete sedervi a tavolino e fare qualcosa”, perchè per gli ultimi trent’anni, non ho fatto altro che ripetere quanto segue:

    1. L’Assessore al Turismo e Spettacolo dovrebbe darsi una mossa e pubblicizzare Tortora, ma non come “Dormitorio”, ma come Cittadina caratteristica ed interessante con un Lungomare invidiabile, mare pulito e che ha tanto da offrire. L’elenco sarebbe lungo, per non dire interminabile…;
    2. Si dovrebbero creare delle Strutture Ricettive ad alto livello e formare del Personale altamente qualificato e fare in modo di sfruttare 9 mesi su 12 e non soltanto 20 giorni come avviene attualmente. A proposito avete notato che calo di presenze a luglio? Potrà andare di male in peggio se non si agisce subito ed in maniera mirata ed intelligente;
    3. Gli imprenditori e Costruttori dovrebbero costruire delle Catene Alberghiere e prendere contatti con le Agenzie di Viaggio Straniere ed anche Italiane (quelle interessate si trovano nel Lazio, la Toscana, la Lombardia, il Piemonte, l’Emilia Romagna ed il Trentino Alto Adige…)
    4. Gli Albergatori di Tortora dovrebbero investire ed anch’essi lavorare con le Agenzie Locali di Tortora se vogliono progredire e crescere,
    5. Le Agenzie di Viaggio locali dovrebbero contattare le Agenzie Straniere e fare venire Stranieri. Per quanto concerne il fitto delle abitazioni, dovrebbero altresì contattare e rappresentare tutte le persone private, possessori di case, appartamenti, ville, ecc., ecc.
    6. A questo punto “il Gioco sarebbe fatto” , se i responsabili dell’Istituto Tecnico del Turismo apportassero il loro contributo….Le Risorse Umane non mancano… Mi riferisco logicamente, al Preside, alla Vice Preside ed a tutti i Professori, i quali dovrebbero fare la loro parte per promuovere il Turismo, formare del personale altamente qualificato e trovare impiego agli stessi studenti, soprattutto durante il periodo estivo, anzi sfruttare anche i mesi di marzo, aprile, maggio ed ottobre e forse pure novembre.

    Come mai, non si fa niente di tutto questo? Personalmente, credo che se gli studenti dell’Istituto Tecnico del Turismo venissero incentivati e gli venisse dato la possibilità di lavorare durante almeno il periodo estivo, sono sicuro che i genitori li manderebbero a scuola con più entusiasmo e voglia anche perché in questo modo contribuirebbero in parte alla quota d’iscrizione e della retta che devono sborsare in quanto anche se l’Istituto sia riconosciuto legalmente, risulta sempre privato… Cortesemente, se mi sbaglio, correggetemi…

    Sempre per quanto concerne l’incremento del Turismo, negli anni addietro ci avevo provato e se avessi trovato gente competente, “tagliata” e con vedute molte aperte e se avessimo avuto un appoggio da parte dei Costruttori ed Imprenditori di allora, per non parlare di tutte le Amministrazioni Comunali del passato, a quest’ora avremmo avuto diversi “gemellaggi” con L’Inghilterra, la Spagna, la Francia, la Germania, la Polonia, la Russia, la Cecoslovacchia e L’Ucraina, ecc., ecc,. Purtroppo, tutte le mie proposte, idee, suggerimenti, nonché progetti sono rimasti nel “CASSETTO” e non dico andati a finire nel dimenticatoio, bensì spariti dalla circolazione, perché nonostante protocollati, non si trovano…

    …Se l’Aquafans si trova a Praia a Mare anziché a Tortora è grazie agli Amministratori di Tortora di allora, i quali, perché in conflitto con alcuni Costruttori ed Imprenditori non hanno voluto accettare la mia proposta iniziale e le loro condizioni. Il resto è storia, anche se non tutti ne sono a conoscenza della realtà…

    A titolo informativo, recentemente avevo proposto di creare un Centro Polivalente a Gestione Comunale per favorire le persone meno abbienti e molto bisognose…(è inutile che stia qui ad elencare di nuovo i dettagli), ma finora non ho avuto nessun riscontro favorevole ed è per questo che cercherò di andare sul privato e se qualche Imprenditore o Costruttore sia interessato, ci si potrebbe sedere a tavolino e discuterne in maniera dettagliata ed approfondita.

    Infine per ricollegarmi all’Occasione mancata, vi voglio raccontare un piccolo episodio che risale a circa 40 giorni fa…

    Il 29 luglio ricevo una telefonata dall’Irlanda (Dublino). Un Operatore Turistico, chiamava per conto di un gruppo di 50 persone, le quali erano interessate a trascorrere le vacanze a Tortora Marina e per un totale di 2 settimane a partire dal 4 agosto. Avevano bisogno di vitto e alloggio al che gli ho risposto che non avrei avuto problemi ad offrirgli il Servizio Spiaggia e fargli da “Cicerone”. Gli avevo confessato che Tortora è sprovvista di Strutture Ricettive e di Personale Qualificato. Quest’ultimo bisogna cercarlo con il “lumicino”… M’ero offerto di offrirgli la mia disponibilità ed aiutarli nella ricerca della sistemazione a patto che si fossero accontentati di pernottare in posti diversi ed in gruppi 6 o 10 a seconda delle disponibilità… Mi hanno subito fatto notare che si trattava di un gruppo compatto e non volevano assolutamente dividersi. Mi avevano pure confidato, che se la loro richiesta fosse stata accolta ed “esaudita”, poteva essere la prima di una lunga serie, perché le loro intenzioni erano quelle di far venire nuovi gruppi ogni 2 settimane ed ogni volta avrebbero “rincarato la dose” 60, 70, 80, 90, 100 persone per volta e via discorrendo. Il cosiddetto “RICAMBIO” sarebbe avvenuto automaticamente.. Avevano visitato il mio “Sito Web” – http://www.internationallidoalbatros.com – dove sono appositamente stati creati dei “Links” in modo tale d’esplorare tutto il panorama di Tortora e dintorni. Superfluo dire , che se la cosa fosse andata in porto, l’Agenzia di Viaggio in questione avrebbe mandato nuovi clienti e nuovi gruppi e tutti i Lidi, le Agenzie di Viaggio locali, Gli Albergatori, Imprenditori , Operatori Turistici, nonché l’Amministrazione Comunale ne avrebbero giovato ed usufruito di tutti i vantaggi, per non parlare dei grandi guadagni…Il resto lo lascio immaginare a voi…

    Tony Mammì

  21. PARCHEGGIO BICI

    “Il POMO DELLA DISCORDIA”

    A mio avviso:

    I. E’ un’opera d’ammirare;
    II. Si mantiene un ordine impeccabile…;
    III. Non occupa molto spazio e non intralcia niente;
    IV. E’ amovibile, perché a chiusura del Lido, verso le 20:00, i porta biciclette vengono rimossi per poi essere “installati” in maniera temporanea il mattino seguente, dalle 8: 00 in poi…;
    V. I clienti sono stati già “Addestrati” e sanno che dal tratto di strada al “Parcheggio” a loro riservato, debbono portare la Bicicletta a mano e sono stati pure avvisati, che qualora non dovessero rispettare alcune regole od infrangere alcune norme del “Codice Stradale”, “subirebbero sanzioni e verrebbero penalizzati dal sottoscritto” e verrebbero altresì multati se colti in fragrante da un membro della “Forza dell’Ordine”…;
    VI. Quindi, sarebbe un’idea da copiare, imitare ed estendere su tutti gli altri Lidi;
    VII. Dovrebbe essere un Progetto d’appoggiare e non da ostacolare con ogni mezzo a disposizione come hanno cercato di fare alcuni componenti della Polizia Urbana con tanta assiduità nonché accanimento…Perché proprio nei miei confronti? Sarà forse perché seguo e faccio seguire gli ordini alla lettera e faccio anche rispettare le regole e seleziono o per il famoso “Blitz” sulla spiaggia assieme al Dott. Desina? (Sarebbe stato compito loro…). In poche parole, perchè miro più all’ordine, più alla qualità che quantità ed alla crescita del PAESE…Leggete quanto segue e giudicate VOI!!!

    Qui di seguito vi espongo i fatti ed in quanto alle conclusioni sarete voi a decidere e giudicare..:

    1. La prima visita non gradita l’ho ricevuta da un Vigile, il quale non voleva sentire ragioni. Anzi ha persino contattato il Comandante e parlava addirittura di far venire il carro attrezzi e sottoporre tutto sotto sequestro, porta biciclette e biciclette comprese, specialmente quelle che vi erano state parcheggiate e chiuse con lucchetto. Comunque mi sono opposto e non ho permesso nessun sequestro…, perché sicuro al 100% di stare dalla parte della ragione;
    2. A distanza di qualche giorno, si presentano in coppia e rilevano solo alcuni particolari. Prendono altresì degli appunti ma senza dire una parola. Vanno via dopo brevissimo tempo;
    3. Infine, fa il sopralluogo un altro componente della Polizia Urbana e fa persino un Servizio Fotografico. Resomi conto della situazione e delle sue intenzioni, chiamo subito un carissimo amico fidato e fotografo di professione per fargli riprendere con una telecamere tutte le infrazioni che villeggianti e molti Tortoresi compiono sul Lungomare F. Sirimarco, quando vi passeggiano con le loro Biciclette. Purtroppo, l’amico Fotografo s’è rifiutato e solo dopo alcuni giorni ne sono venuto a conoscenza delle sue motivazioni. Peccato, perché volevo far notare la differenza se dava più fastidio il mio “Pota Bici” ben ordinato e disposto, oppure la circolazione di tutte quelle biciclette sul Lungomare, divenuto ormai una “Pista Ciclabile” , grazie all’assenza delle “Forze dell’Ordine. Se ci fossero stati controlli più severi ed assidui, specialmente dalle 18:00 in poi, le multe sarebbero fioccate; i sequestri saliti alle stelle e si sarebbero potute evitare molte lamentele e la gente non avrebbe avuto il timore e la paura di farsi la passeggiata a piedi o la cosiddetta “Vasca”, rischiando una parte del corpo e per non parlare poi, dei poveri indifesi dei bambini nei passeggini e le povere madri o familiari i quali avevano il terrore di andare a passeggio sul Lungomare. Fortunatamente, quest’anno ci è andata bene con tanti spauracchi, grida, strilla e pochi incidenti seri….
    4. Per riprendere il discorso dei Vigili. A mio modesto parere, a giudicare dai loro atteggiamenti ne ho dedotto che appartenessero almeno a tre (3) “Correnti” (Partiti Politici…) diversi e che tra loro non vi fosse alcuna intesa… Se qualcuno pensa che mi possa sbagliare, lo invito a contraddirmi…

    Fatto queste precisazioni ed a questo proposito, un ringraziamento particolare da parte mia (almeno in quest’occasione) va al Sig. Sindaco di Tortora Dott. Giuseppe Silvestri; al Presidente del Consiglio Angelo Maceri; all’Assessore Aldo Iorio ed all’Architetto Enzo Sperone, per avermi dato l’autorizzazione per il “Parcheggio delle Biciclette” sul Lungomare F. Sirimarco, nello spazio antistante vicino all’ingresso del Lido (orario; dalle 8:00 del mattino fino alle 20:00 di sera). Per il prossimo anno lancerò anche la “SFIDA” di chiedere il permesso per la posa di alcuni tavolini e sedie sul Lungomare e spero di ottenere di nuovo un parere favorevole dall’Amministrazione Comunale e di avere anche l’approvazione da parte dei vigili Urbani.

    Mi dispiace però che a riguardo i ringraziamenti la stessa cosa non possa essere valida per gli Assessori al Turismo e Spettacolo; Istruzione e Sport. E’ ormai noto che diversi settori mi stanno particolarmente a cuore e ci tengo moltissimo, ma quando vedo che persone che ne assumono l’incarico non fanno il proprio dovere non posso essere contento e devo esprimere il mio disappunto…

    Inoltre, altri Assessori, dovrebbero assumere atteggiamenti diversi e darsi una regolata e diventare più umili specialmente dopo che si sono vinte le elezioni ed invece d’insabbiare la testa come fanno gli “Struzzi”e di dileguarsi, svanire nel nulla quando confrontati con i problemi Tortoresi (ne sa qualcosa un Assessore da me interpellato e per non metterlo troppo in imbarazzo, in quest’occasione ne ometto il nome…), dovrebbero rendersi più disponibili ed essere aperti come quando lo sono o fingono di esserlo durante la campagna elettorale, perchè sono alla ricerca di voti, pertanto vi consiglierei d‘essere più disponibili, accettare le critiche costruttive ed i consigli utili e cercare soprattutto di risolvere i problemi al più presto e di tenere ben informata tutta la cittadinanza e non riempirla soltanto di chiacchiere e solo chiacchiere… ed imporre TASSE a volontà…

    Concludo con un detto, motto tedesco ed uno Tortorese:
    1. “Morgen, Morgen, Morgen, nur nicht Heute, sagen alle faule Leute”!!!
    2. CRAI.., CRAI.., CRAI.. (Vi dici nulla il verso della cornacchia?).
    3.

    P.S.

    Ci terrei altresì a precisare che a tutt’oggi non so ancora il perché alcuni componenti dell’Equipe della Polizia Municipale fossero così ostili nei miei confronti e contrari a questa mia idea. Non vorrei esagerare, ma la loro intenzione era quella di fare “Abuso di Potere”, volendo scavalcare il Sindaco ed imporre il sequestro e la “Rimozione Forzata” delle porta Biciclette e delle Biciclette che vi erano parcheggiate e legate con lucchetto al momento del sopralluogo.

    Un ulteriore suggerimento:

    A titolo informativo, se a qualcuno non dovesse piacere l’ordine o non andare a genio il modo in cui era stato predisposto il “Parcheggio delle Biciclette” ed in maniera amovibile, si potrebbe pure rimediare…, basterebbe utilizzare tre o quattro parcheggi delle automobili sottostanti…, ma creerebbero solo problemi alla viabilità e sarebbero da ingombro e da intralcio alla futura
    “PISTA CICLABILE”…

  22. Ciao Andrea,

    “Message received”…, thank you very much indeed!!!

    Tony

  23. » 2008-09-06 16:16
    Turismo: crisi evitata, estate chiude meglio del previsto
    Bene Lombardia e Friuli, al sud solo Puglia e Sardegna
    (ANSA) – ROMA, 6 SET -Dopo un inizio difficile, dovuto anche alle condizioni meteo, in giugno non buone, l’estate 2008 chiude meglio del previsto. Hanno vinto la sfida gli operatori che hanno contenuto i prezzi e le localita’ con nuove manifestazioni.Tra le regioni, hanno fatto bene Trentino, Lombardia, Friuli ed Emilia.Dati positivi pure per Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Basilicata. Meno presenze in Toscana e Lazio.Nel Sud, bene solo Puglia e Sardegna.La Campania ha cercato di uscire dalla crisi. il Gestore

  24. Immagina il casino se gli utenti potessero modificare a loro piacimento i commenti loro o peggio degli altri. Quanto agli errori di svista, fa niente. In un forum di discussione è la sostanza che conta non la forma. il Gestore

  25. Ciao Andrea,

    su Blogtortora, come mai non è possibile correggere gli errori di svista e di “stampa”?

    Grazie.

    Tony

  26. Ciao Andrea,

    ti ringrazio per l’apprezzamento e per le splendide immagini e spero solo che gli Amministratori Comunali apprezzino il nostro operato in qualità di divulgatori di notizie e di “Portavoce” di molti cittadini di Tortora, i quali vorrebbero dire la propria, ma non hanno il corraggio e soprattutto per coloro ce non hanno voce in capitolo…, per non parlare poi, di coloro i quali sono bravissimi a criticare, sparlare e fare solo chiacchiere. In parole povere, sono “Solo fumo e niente arrosto”…

    Tony Mammi

  27. Grazie Tony per i numerosi ed intelligenti contributi. il Gestore

  28. RIPASCIMENTO

    “SALVIAMO IL SALVABILE”

    Aspettiamo il prossimo “Fenomeno” inverso fra 5 anni o ci diamo una mossa ed una regolata subito prima che sia troppo tardi?

    Modi di risolvere il problema della spiaggia che si ritira di più di un metro ogni anno…

    Sempre secondo la mia modesta opinione andrebbero adottati i seguenti criteri:

    1. Innanzitutto, sbarazzarsi di tutti quei famosi collaboratori esterni stranieri e non, i cosiddetti esperti, i quali intascano solo soldi a palate senza risolvere veramente il problema. La stessa cosa dicasi per coloro che dovrebbero risanare il bilancio…;
    2. Sistemare dei “Salsicciotti” in prossimità del Lido “I Panema” e “La Lampara”;
    3. Creare una specie di molo (che funga da barriera) in prossimità del Fiume Noce, nei pressi di Castrocucco. Questo sistema, avrebbe una duplice funzione: a) bloccherebbe il materiale, altrimenti le correnti lo trasporterebbero all’Isola di Dino; b) devierebbe la corrente del Fiume stesso e si verrebbe a creare un mulinello…;
    4. Il materiale che di solito viene trasportato dall’Isola di Dino, con mezzi molto costosi sul Litorale Tortorese, andrebbe preso durante il periodo primaverile e cioè a partire da maggio fino ai primi di giugno e non come hanno fatto nel passato o durante il periodo autunnale ed invernale, quando ci sono le famose mareggiate, perchè risulterebbe, come fare un buco nell’acqua o “setacciare sabbia”;
    5. Inoltre, tutto quel materiale superfluo, che si trova in prossimità del Fiume Noce, nelle vicinanze di Castrocucco, potrebbe essere utilizzato in maniera molto diligente, spargendolo su tutti i punti più strategici del Litorale di Tortora.

    In conclusione, in casi estremi si potrebbero creare dei frangiflutti (sbarramento artificiale per smorzare l’impeto delle onde) od erigere addirittura una “SCOGLIERA artificiale e molto caratteristica (una serie di scogli posti l’uno accanto all’altro, adiacenti alle rive del mare)…

    I cosiddetti tecnici e coloro che finora non sono riusciti a risolvere il problema sopraccitato, cosa ne pensano?

    Tony Mammì

    1. Frangiflutti galleggiante MARTINI ALFREDO

    FRANGIFLUTTI GALLEGGIANTE
    http://img.nauticexpo.it/images_ne/photo-p/104223.jpgIl frangiflutti galleggiante Martini Marinas è stato progettato sulla base di accurate sperimentazioni idrauliche. Il risultato è una struttura frangionde a forma di catamarano, in grado di contrastare il moto ondoso e dissiparne l’energia d’impatto con la massima efficacia. A garanzia di ulteriore stabilità, Martini Marinas ha realizzato un originale sistema di volumi differenziati per il proprio frangiflutti.
    La linea Martini Marinas, a differenza dei tradizionali frangiflutti in cemento ancorati al fondale, non incorre in problemi di acque eccessivamente profonde o in rischi di insabbiamento. Ogni modello è disponibile nella duplice versione per porti marini e lacustri e può essere completato con pagliolato e passerella di collegamento.
    L’ormeggio è costituito da una serie di catene fissate ai corpi morti e collegate in corrispondenza di ogni punto articolato sopra e sottoflutto.
    Ulteriori specifiche…

    2. Caorle: Il Lungomare con la scogliera,di protezione dei flutti del mare,decorata da famosi scultori internazionali.
    caorle

    3. CATANZARO Scogliera di Pietragrande
    scogliera di Petragrande

    4. Molo in Polonia.
    molo di Polot in Polonia

    P.S. Queste idee, dovrebbero essere più che sufficienti, almeno per il momento, a farvi prendere una decisione definitiva ed al più presto possibile…, altrimenti, per la prossima estate 2009 ci “giocheremo” altri 3 metri di spiaggia…

    Tony Mammì

    P.S. Andrea, perchè, non mi è possibile incollare le immagini dei Frangiflutti galleggiante Martini Marinas, della Scogliera di Caorle, della Scogliera di Catanzaro e del Molo della Polonia? Potresti provvedere tu, per cortesia, in modo che gli Amministratori ne possano ammirare le bellezze e la fattiblità e chissà indurli a cambiare idea e prendere subito provvedimenti nonchè agire con tempestività?

    Grazie anticipatamente.

    Tony

  29. STABILIMENTI BALNEARI

    “CONGIUNGIMENTO DEI LIDI”

    Premetto e preciso che quest’ idea risale a circa un quarto di secolo fa…

    Detto questo, come si spiega che “soltanto” il Comune di Tortora non sia d’accordo sul congiungimento dei Lidi su tutto il territorio di Tortora?

    Analizziamo quali possano essere i vantaggi:

    La realizzazionesarebbe fattibile, adottando i seguenti criteri, studiati ed analizzati in maniera approfondita e dettagliata dal sottoscritto;

    1. Congiungere tutti i Lidi in modo da lasciare solo un metro di spazio per il passaggio tra un Lido all’altro;
    2. Lo spazio della spiaggia libera che vi si trova tra tutti i Lidi e che verrebbe perso, verrebbe recuperato alle due estremità, creando due “Mega Strutture Balneari”, ben attrezzate e forniti di tutti i servizi e “Comfort”… ed a gestione Comunale;
    3. Le due nuove strutture darebbero lavoro a diverse famiglie tortoresi;
    4. Per accedervi ed usufruire di tutti i servizi, basterebbe pagare semplicemente la discesa di un Euro soltanto, senza l’obbligo del fitto dell’ombrellone ed utilizzando l’asciugamani o la stuoia;
    5. Invece, per coloro che desiderassero fittare anche l’ombrellone, nonché le sdraie, i lettini e quant’altro, il costo del fitto sarebbe accessibilissimo; a prezzi modici, “stracciatissimi”;
    6. Così facendo , si darebbe anche un’immagine ben diversa, signorile e molto chic ed più ordinata alla cittadina di Tortora;
    7. Non si creerebbe il problema delle invasioni da parte di quei bagnanti e villeggianti che occupano in maniera disordinata le spiagge libere. Per non parlare di coloro che frequentano le spiagge libere in maniera assidua, lavorando per conto di coloro che fittano gli appartamenti in maniera abusiva e garantendo (subaffittando senza autorizzazione alcuna) un posto fisso in prima posizione, in prossimità della battigia (quasi a ridosso delle spiagge private) ed a momenti quasi nell’acqua;
    8. Gli stessi bagnanti delle spiagge libere non si riverserebbero più nei Lidi Privati, aspettando proprio il momento opportuno, quando si è molto indaffarati e specialmente durante il periodo di maggiore afflusso;
    9. Il sottoscritto, non dovrebbe più fungere da “poliziotto” e non dovrebbe più preoccuparsi dei cosiddetti “abusivi” o “Portoghesi”,
    10. Si eviterebbero, anche delle risse inutili, che potrebbero scaturirne da qualche diverbio, parola di troppo, specialmente quando si trovano degli elementi, individui, i cosiddetti “Mali Intenzionati” i quali sono attaccabrighe ed istigatori per natura. Molti individui, usano la tattica di mandare le mogli, le figlie a tastare il terreno, in modo da poter intervenire in secondo luogo, se ritengono opportuno o meno o pensino che i loro familiari siano stati maltrattatati, offesi o abbiano dovuto subire qualche umiliazione di fronte a molte persone;
    11. A questo proposito, ci tengo a precisare che alle estremità del mio Lido, ossia nelle due spiagge libere, vi sono anche delle persone squisitissime, educatissime, civilissime con tanto di rispetto reciproco e tanto senso civico e con i quali si è instaurato una sincero rapporto di amicizia che dura da ben 25 anni;
    12. Riprendendo il discorso delle spiagge libere… Molta immondizia, cartaccia e cicche di sigarette ed altri oggetti non desiderati non verrebbero lasciati in giro e trovate sulle spiagge libere. Per non parlare poi, di coloro che si divertono prima di svuotare i cestini messi a disposizione del Lido, per “fregarsi”, rubarsi la busta ed utilizzarla per conto loro e poi, per utilizzare il cestino come bersaglio, dato che ci giocano, buttando le pietre, scambiandolo per un canestro. In pratica ed in poche parole, distruggendo tutti i cestini che si trovano ai confini delle spiagge libere. Vero e proprio vandalismo, altro che “civiltà”;
    13. Insabbiano e sporcano pure i pédalos e le canoe che vengono parcheggiati a riva per essere noleggiati;
    14. Le chiusure dei Lidi, le cosiddette “delimitazione”, vengono regolarmente usati come stenditoi, stendi biancheria. In effetti, vi poggiano asciugamani, canottini, borse,scarpette e quant’altro,
    15. Non si farebbero più le corse per andare ad occupare i primi posti e tanta gente non lascerebbe i propri ombrelloni durante la notte, anche se tutti sanno che non è permesso e soprattutto da quest’anno c’è tanto di divieto e di cartello;
    16. Purtroppo, l’ordinanza emessa dal Comune di Tortora non viene applicata e né tanto meno fatta rispettare per chi di dovere. Inoltre, non si è mai verificata una vera e propria retata da parte degli organi competenti e responsabili. Solo noi Gestori e Titolari dei Lidi subiamo “CONTROLLI” con assiduità e dobbiamo pagare un sacco di tasse ed avere tutto in regola;
    17. In un’occasione è stato fatto un “Blitz” da parte del Dottor Desina, ma la cosa non ha avuto esito positivo, perchè la gente ha continuato ad ignorare le istruzioni ed a non rispettare i 5 metri dalla battigia, dove regolarmente , giornalmente e puntualmente venivano occupate con sedioline, lettini ecc., mentre i Gestori e Titolari dei Lidi dovevano tenersi a debita distanza, cioè a 5 metri dalla battigia in modo da lasciarla libera al transito ed in caso di emergenza. Vi sembra giusto?;
    18. Molte persone non intralcerebbero gli specchi d’acqua con sedioline, lettini di ogni genere e non occuperebbero lo spazio dei 5 metri dalla battigia che andrebbero lasciasti libero al passaggio e transito in caso di emergenza;
    19. Molti cani ed altri animali domestici verrebbero tenuti a bada e distante dalla spiaggia e dalle acque marine;
    20. L’attuale ordinanza del Comune, nonostante sia stata esposta all’entrate delle spiagge libere non viene fatta rispettare e le persone se ne approfittano; Inoltre, l’ordinanza è incompleta. Invece, dovrebbero adottare quella che è stata approntata dal sottoscritto e che è stata elaborata e studiata nei minimi particolari e dettagli, senza lasciare niente in sospeso o come si suol dire al caso. Sono, disposto a fornirvene una copia;
    21. Sono venuti a mancare anche i famosi “CONTROLLI”, da parte delle persone competenti o responsabili, i quali hanno preferito “lavarsene le mani come Ponzio Pilato”…. E per il quieto vivere e per i troppi conflitti d’interesse non hanno chiuso un occhio, bensì due. Come si può andare avanti in questo modo?

    Infine, visto e considerato che a tutt’oggi, non è stato preso un provvedimento serio da parte dell’Amministrazione Comunale, almeno qualcuno degli organi competenti, potrebbe darne una spiegazione e spiegarne le motivazioni in proposito?
    Ne sarei lietissimo e felicissimo…

    Tony Mammì

  30. Per Tony. Quello non è sparito nel nulla. E’ dove tu lo hai inserito ovvero qui. http://www.blogtortora.it/?p=402 🙂 il Gestore

  31. Ciao Andrea,

    intanto, sulla “Pista Ciclabile” che invio di nuovo e sui “Congiungimenti dei Lidi”, che invierò di nuovo in seguito…, nonche’ “Ripascimento” ed altri che verranno a seguirsi.

    Grazie

    Tony

    P.S. Spero, che in questo modo, l’Amministrazione Comunale li prenda in considerazione…

    “NUOVE PROPOSTE – NUOVE IDEE – SUGGERIMENTI – CONSIGLI UTILI E
    CRITICHE COSTRUTTIVE” PER LA PROSSIMA ESTATE 2009

    “LA PISTA CICLABILE”

    A TORTORA MARINA (CS)

    “UTOPIA O REALTA’?”

    Stando a Tony Mammì ed ad un Vigile Urbano(il quale, almeno per il momento, preferisce rimanere nell’anonimato), il progetto della cosiddetta “Pista Ciclabile” è fattibile…

    Come?…

    Andiamo per ordine e per gradi:

    1. Innanzitutto, eliminare tutti i parcheggi a lisca di pesce già esistenti,
    2. Partendo dal muro ed occupando lo stesso spazio dei parcheggi pre-esistenti (circa 4 mt) si può creare una nuova “Pista Ciclabile” a doppio senso di circolazione,
    3. Riducendo lo spazio della strada principale si potrebbero creare dei nuovi parcheggi in senso verticale “non a pagamento”o comunque a discrezione dei Gestori o Titolari dei Lidi (Stabilimenti Balneari),
    4. Così facendo, la strada principale, non subirebbe nessun cambiamento alla viabilità, anzi, gli automobilisti e soprattutto i motociclisti sarebbero costretti a rallentare senza creare ingorghi di traffico . Attualmente sembra una “Pista da Corsa” e principalmente i motociclisti, hanno la tendenza a viaggiare a grandissima velocità ed ad impennare e ciò potrebbe condurre a conseguenze, a dir poco, disastrose e tragiche…,
    5. Inoltre, in caso di emergenza, l’autoambulanza in maniera particolare, non incontrerebbe nessuno intralcio, perché non ci sarebbe bisogno di posizionare i famosi “DOSSI” che nel passato, hanno causato solo ingorgo di traffico e maggiori problemi alla viabilità,
    6. Inoltre, ci terrei a precisare (io, Tony Mammi) che all’entrata di ogni Lido, bisognerebbe lasciare un parcheggio libero per uso del proprietario o gestore del Lido, un posto macchina per i disabili, un posteggio per il carico e scarico, un piccolo spazio riservato solo ed esclusivamente ai motorini, ed un altro in caso di emergenza e per permettere facilmente l’accesso alle persone con problemi fisici…

    In conclusione, se l’Amministrazione Comunale è interessata ad ulteriori delucidazioni concernenti il suddetto progetto, il Vigile Urbano in questione ed il sottoscrittosono disponibili e ben disposti a discutere la faccenda a tavolino in maniera approfondita e dettagliata, purché vada in porto e non resti un’idea campata in aria…

    Tony Mammì

  32. Ciao Tony. Di quali articoli parli? il Gestore

  33. Andrea, come mai i miei articoli finiscono automaticamente nel dimenticatoio?

  34. salve a tutti, credo che x quanto riguarda il turismo tortorese ci sia davvero molto da dire…..parto innanzitutto col dire ke la costa dell’alto tirreno cosentino è forse la più bella in italia…. e vi assicuro ke le molto più ambita area adriatica…non è poi cosi bella da un punto di vista morfologico ma bensi munitissima di ricettività e strutture per il divertimento che colmano la mancanza territoriale.
    Detto qst comincio col dire che tortora turisticamente ormai ha toccato veramente il fondo, aree non preservate, fognature malandate, puzza, prevedibilità, per non parlare i quel lungomare sempre lo stesso da 30 anni, tutto sempre uguale….bè la mia riflessione è questa….fino a che punto i turisti decideranno di venire a spendere i loro risparmi da noi???? Qui bisogna darsi una svegliata, almeno turisticamente parlando….perchè un posto bello come il nostro, non può toccare il fondo del degrado ambientale…anzi deve stare in alto, molto in alto

  35. giuseppe miraglia

    Facciamo turismo non raccogliendo l’umido x 10gg? Non ho parole…dovrebbero capire questo gli avvocati di codesta amministrazione distratta e persa in ghirigori che nulla hanno a che vedere con il buon governo!! Prego chi voglia si rechi in via don Milani….

  36. il pervadente ed unico limite che emerge come leit motiv da ogni espressa considerazione…..sulle difficoltà e le deficienze della RICCA TORTORA…. che tanto disorienta da una analisi obiettiva e propositiva incline allo sviluppo… è l’incapacità di raccontare con la propria individualità la storia culturale, sociale e naturale dell’alato paese ed osservare con propositiva criticità quanto incidenza ha sullo status quo di difficoltà e deficienze il ciascuno pensar non impegnato da attivismo costruttivo; la propria inerzia, la propria timidezza alla sfida…. la propria paura nell’emanciparsi individualmente e socialmente… tortora potrà solo scoprire la sua innata ricchezza se avrà dei cittadini capaci di pensare con attivismo costruttivo e realizzativo, se svelerà la sua inespressa operosità, se avrà ardore della sfida, ed audacia a volersi emancipare… alorsì che si inietteranno delle chances precostitutive che reggeranno e potranno reggere un percorso di sviluppo e di crescita umana, culturale, sociale, economica…che tanto si desiderano in cuor di ciascuno…

  37. Ormai lavoro fuori dal mio paese da più di sette anni e, tornato qui per farmi le mie 3 settimane di meritato riposo, a mal in cuore ho constatato che, purtroppo, nulla è cambiato (strade rotte, spazzatura ovunque – napoli 2-, depuratori non funzionnti ecc.) da quando sono andato via. Tutto questo, penso, lo dobbimo a tutte le amministrazioni che si sono susseguite. Però, un plauso particolare va a questa che c’è oggi, poichè coloro che dovrebbero guidare il paese non sanno neanche parlare in italiano, tranne qualcuno.
    A tutti loro dico GRAZIE per aver continuato a rovinare un paese. GRAZIE DI CUORE.

  38. Purtroppo ho gia fatto le vacanze nel mio paese (TORTORA) e confermo il continuo degrado del paese che sempre piu mi rimane senza parole….
    Complimenti all’amministrazione comunale che continua a pensare a se e no al bene comune ……..
    Le strade pietose …….Ed io come tanti paghiamo le tasse per questo comune ma senza riscontro…………
    Cura pietosa di quel poco di verde che c’è……………
    Organizzazzione pietosa del Turismo…………..
    Mi sa che cambierò la residenza visto che chi ci amministra non merita i miei soldi…………
    Complimenti vivissimi a chi ha il dovere di amministrare questo Comune……….

  39. comunicazione importante. L’utente dal nick Giovanni ha provato a commentare con un indirizzo mail non valido o inesistente. L’indirizzo è giovanni.g.@t*****i.it. L’utente è pregato di controllare la corretta digitazione dello stesso e, nel caso, di utilizzare un altro nick in quanto quello lasciato è già in uso da un altro utente. Suggerimento “nome2” o “nomeII”. Grazie. il Gestore

  40. iao a tutti ho fatto un giro per le strade di tortora e volevo sapere se il pub cico’s e in vendita oppure si potrebbe sapere se lo si puo prendere in gestione…per un progetto che avra inizio i primi di dicembre con anche offerte di lavoro in varie mansioni per l inverno 2008-09
    grazie a tutti

  41. Ciao, mi associo con tristezza ai vari commenti sull’amministrazione di Tortora dove vivo da quasi trent’anni, nel periodo estivo. E soprattutto provo rabbia perchè non riesco a capire dove è il bandolo della matassa che non fa progredire un territorio così bello in natura ma trascurato nella manutenzione.Io credo, inoltre, che bisogna studiare a tavolino un progetto che sia valido per l’utenza turistica di Tortora e poi portarlo avanti negli anni. Ricordo una bella manifestazione estiva, che non viene più fatta: il festival del folklore dei vari paesi dell’est. Si potrebbe perfezionare l’organizzazione di quell’evento e proporlo ogni anno, a noi piaceva tanto….! Buon lavoro a te.

  42. pronti? partenza … VIA !!! L’ESTATE E’ COMINCIATA e qualche turista si vede in giro, (una carovana di giovanissimi camminava lungo via Pucci oggi pomeriggio, tante mamme con bambini etc), io spero nel piccolo di ogni singolo residente di impegnarsi a dare una degna accoglienza ai turisti che ci onorano della loro scelta. Almeno l’innato spirito di ospitalità deve venir sempre fuori. Buona estate!

  43. Ieri camminando per Tortora ho visto una miriade di affitti, la gente incomincia a stanzarsi di questo posto che non fa niente per migliorare, anzi quei pochi turisti che ci sono li lascia soli e senza divertimento.
    Io stesso che ho una casa li credo che ormai il comune e lo stesso sindaco non abbiano voglia di sentirci…
    Io ho il problema erosione che mi allontana da questi posti ma vedo che ci sono tanti altri utenti che si lamentano…..
    ormai Praia ha preso il sopravvento e Tortora è rimasta indietro……….

  44. Ciao chi sa il programma estivo dell’estate tortorese e praiese anche nei locali notturni?
    Se c’è un programma relativo al cabaret che c’è di solito all’Asteria?
    Io sarò a tortora dal 24 luglio al 10 agosto!
    Grazie per l’informazioni….

  45. Mancanza di progettazione in merito alla promozione del territorio e mancanza, ugualmente grave e penalizzante, di figure amministrative come assessori e consulenti con reali competenze in materia. il Gestore

  46. Grazie di aver risposto subito alla mia lettera ,e ti assicuro che non mi vergogno della mia terra ma sono profondamente deluso delle persone che hanno amministrato e che amministrano il nostro comune,perchè non valorizzano il potere turistico che potrebbe avere il nostro paese.
    Bisognerebbe valorizzare al meglio il nostro mare e i nostri monti ,
    perchè girando l’Italia ho potuto notare che molti paesi che non hanno le nostre bellezze sfruttano al meglio tutte le risorse a loro disposizione.
    A questo punto mi pongo una domanda :
    -Come mai il nostro paese peggiora sempre più turisticamente ?
    P.s. Rispondete alla mia domanda per sapere le vostre opinioni in merito.
    grazie a presto!!

  47. Ciao Raffaele e benvenuto su blogtortora. Tortora ha molti problemi ma, se posso permettermi, non vergognarti mai del posto da cui provieni. Spero che continuerai a leggere e a contribuire a questo spazio. il Gestore

  48. Ciao sono raffaele sono contento del blogtortora e vorrei fare alcuni commenti sul mio e nostro paese.
    Non vivo a tortora da circa 7 anni per motivi di lavoro e ogni estate che ritorno a Tortora la vedo sempre peggiorare figuratevi che quando mi chiedono di dv sono gli dico che sono di praia a mare perche il nostro paese rimane sempre anonimo.
    Questo fatto mi delude, vorrei scendere di nuovo ma vedo che non ne vale la pena .
    Spero che chi lavora nell’amministrazioni locali rifletta e spero che legga la mia lettera per poter migliorare ilnostro paese.

  49. salve, sono stefano, mi congratulo per l’iniziativa, io amo questa terra, benche’ campano, di avellino precisamente, ho una casa in calabria che da sul mare, precisamente a tortora marina, parco nuova california. Premetto che sono in parte deluso da tante promesse fatte e mai mantenute su lavori di protezione per il tratto di mare interessato che mette seriamente in pericolo centinaia di abitazioni lungo la costa, e di rispettivi proprietari nonche’ turisti. Io mi sento in parte calabrese perche’ questa terra è bellissima, ma se un giorno dovesse capitare che il mare dovesse arrecar danni permanenti e quindi rendermi impossibile le vancanza tout court, a malincuore me ne andrei, perche’ in fondo mi sento tradito e ignorato, anche perche’ da turista vengo qui a portar anche ricchezza.
    Comunque sia, ho avuto notizie delle condizioni precarie del mare, soprattutto all’inquinamento e al cattivo odore che pare emani. Qualcuno ha delle informazioni specifiche a riguardo??
    purtroppo tutto ha un limite

  50. Buona sera, ciao Andrea, solo adesso mi rendo conto della presenza di questo forum. Ho letto della delibera del Consiglio comunale di Praia che dispone un regolamento per quanto riguarda le locazioni immobiliari, scaricabile dal sito del comune stesso. Trovo che lo stesso provvedimento, vada adottato anche per gli immobili del nostro territorio, non ha senso che paesi confinanti, con medesime caratteristiche ricettive, abbiano normative diverse. Ritengo, a mio parere, che non sia una cattiva politica di gestione del territorio, anzi permetterebbe un maggior controllo delle presenze ed una garanzia ai turisti che desiderano tranquillità. Per soddisfare l’oggetto del forum, spero che la programmazione estiva sia a presto resa nota, rivolta a tutte le fasce di età senza strafare e con una serata evento. Buona Pasqua
    claudio

  51. Grazie Giancarla. Anche se è cambiato molto in blogtortora, resta immutato il concetto che il 90% lo fanno gli utenti, leggendo, commentando, suggerendo, partecipando. AndreA

  52. congratulazioni, congratulazioni, congratulazioni …
    ” dare a Cesare quel che è di Cesare” è giustissimo, quindi:
    – 10 e lode per lo spazio dedicato al turismo che è (e speriamo sarà sempre di più) la prima fonte di reddito per molti, la risorsa su cui puntare per renderla degna di essere definita tale e infine bisogna informare e formare e questo blog sembra ben intenzionato;
    – 10 e lode sulle fotografie di Tortora inserite nella grafica del blog;
    – 10 e lode sulla prima inserzione di offro lavoro dedicata proprio al turismo !
    Giancarla

  53. Ciao Biagio, è un piacere riaverti sulle pagine di blogtortora.it soprattutto se rechi una così bella notizia. La inserisco subito nello spazio offro lavoro.
    Posso chiederti se il Consorzio ha una posizione sua (visto che dà così tanto lavoro) in merito ai frequenti casi di incidenti sul lavoro e il decreto sulla sicurezza che in queste ore verrà approvato in parlamento? Se puoi rispondi sul forum del lavoro dove incollerò questa domanda. Un caro saluto.

  54. BIAGIO PRAINO

    Ciao Andrea, è un po che non scrivo sul blog, per una scelta. Ma oggi ho una cosa molto bella da dire, come consorzio dei balneari, stiamo portando avanti un bel progetto. I lidi consorziati offrono circa 150 posti di lavoro per l’estate 2008. le persone da assumere sono bagnini,aiutanti bagnini, baristi/e custodi notturni, baby sitter, ecc. per le informazioni, potete leggere i numeri telefonici sui manifesti affissi, oppure mi potete contattare al 3491850545.
    Andrea se puoi mettilo nel reparto offro lavoro. ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright