Home / IN PRIMO PIANO / Rifiuti, Chiappetta: “La rivoluzione a giugno”

Rifiuti, Chiappetta: “La rivoluzione a giugno”


L’annuncio dall’Ambiente: a giugno rivoluzione servizio rifiuti
Punti cardine Progettambiente, differenziata e isola ecologica

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

DI ANDREA POLIZZO

TORTORA – “Ci siamo dati tempo fino a giugno per la svolta definitiva nel sistema rifiuti del Comune di Tortora”.

A fissare la data sul calendario è l’assessore all’Ambiente Franco Chiappetta (foto). Entro giugno, e dunque in concomitanza con l’avvio della stagione estiva, dovrebbe compiersi il processo di rivoluzione nel servizio avviato dalla Giunta Lamboglia che ha di recente compiuto un passo importante: la revoca della gestione all’Alto Tirreno cosentino Spa di Francesco Rovito e il passaggio alla cooperativa sociale Progettambiente con sede ad Avigliano, in provincia di Potenza.

“A giugno – commenta Franco Chiappetta – dovrebbe iniziare finalmente la nuova gestione e cessare ogni rapporto con chi, ancora oggi, svolge il servizio. È inevitabile che il primo periodo sarà di rodaggio, ma sin da subito contiamo di fornire un servizio quanto più adeguato e certamente migliore rispetto alle estati precedenti. In ogni caso, entro settembre contiamo di superare il periodo di transizione ed essere pienamente operativi”.

L’amministratore tortorese non nasconde che per il Comune di Tortora, come per l’intera Calabria, l’emergenza rifiuti è sempre dietro l’angolo.

“L’esaurimento sempre più prossimo delle discariche – commenta Chiappetta – combinato con i sequestri degli impianti e con lo scarso livello di differenziazione pone il nostro comune, come peraltro succede in altri comuni di tutta la Calabria, costantemente al rischio di invasione dai sacchetti dell’immondizia. Questo – aggiunge Chiappetta – è ancor più grave per centri turistici come Tortora”.

Secondo il delegato all’Ambiente di Tortora il bando per il servizio rifiuti predisposto dall’amministrazione comunale e di recente assegnato contiene elementi che vanno proprio nella direzione di una diminuzione delle quantità di rifiuti da conferire in discarica.

“Prevedendo per il gestore del servizio la possibilità di ottenere dei ricavi dalla vendita di materiale recuperabile – ha commentato Chiappetta – contiamo di abbassare sensibilmente il tonnellaggio di rifiuti destinati in discarica. Ciò significa anche risparmi nel trasporto sia per l’impresa appaltatrice che per l’ente”.

Attualmente, il conferimento in discarica incide sulle casse del Comune di Tortora per 150mila euro annui con un costo di circa 90 euro a tonnellata. Per viaggi non oltre i 350 chilometri andata e ritorno è a totale carico della ditta.

“Insomma – ha sottolineato l’assessore all’Ambiente – ci guadagnano tutti. Ovviamente – ha aggiunto – molto dipenderà dalla collaborazione dei cittadini ai quali non mancheremo di spiegare i vantaggi che tutti trarremo da una corretta ed adeguata raccolta differenziata”.

Infine uno strumento di vitale importanza per la riuscita del progetto rifiuti nel Comune di Tortora: l’isola ecologica. Come predisposto dal bando, la sua realizzazione è affidata alla ditta appaltatrice che avrà così la possibilità di stoccare in modo temporaneo ed in idonei cassoni scarrabili i materiali differenziati.

“Il progetto complessivo del sistema di raccolta che l’azienda ha presentato – concluso Chiappetta – è molto valido. Contiamo di farlo applicare e di migliorarlo con alcuni accorgimenti, di cui abbiamo già discusso con l’impresa, che si pongono l’obiettivo di ridurre quanto più possibile il volume complessivo dei rifiuti”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

incidente stradale cedro bmw fiat

Santa Maria del Cedro, incidente stradale su via Degli Ulivi

Scontro tra due automobili nei pressi dello svincolo di Grisolia. Non ci sarebbero conseguenze per …

One comment

  1. Buongiorno,
    senza fare polemiche sulle dichiarazioni del nostro assessore, che prevede il miglioramento del servizio e dei disagi per i tortoresi che intanto hanno subito l’aumento del costo del servizio.
    Si sono stabilite delle date in cui qualcosa cambia, benissimo sono contentissimo, e sicuramente lo saranno tutti i cittadini.
    X un servizio come quello della raccolta dei rifiuti è importante dare la giusta informazione ai cittadini, affinchè si collabori per ottenere il massimo dei risultati.
    Voglio solo precisare che al 13 Maggio mancano solo 18 giorni a Giugno e se pur ci fidiamo della validità del progetto non è stato ancora reso pubblico nulla. Sarebbe un errore molto grave professare il cambiamento e poi iniziarlo pensando che le vecchiarelle e i cittadini tutti assimilassero regole dalla sera alla mattina.
    Un articolo pubblicato a maggio è un articolo fatto per tempo, ma nel quale si doveva informare i cittadini a come comportarsi, come documentarsi , sugli orari e i giorni di raccolta , su come smaltire i rifiuti ingombrandi sui vantaggi che la collettività tutta trarrebbe da una buona cultura del rifiuto.
    Invece si parla di piccoli accorgimenti da apportare al piano sviluppato dalla nuova società, che significa fatecelo sapere e sopratutto se avete bisogno di consigli sappiate che NMT è disponibile a confrontarsi per crescere.Sarebbe l’ennesima beffa per i tortoresi scoprire che a causa dell’estate e dell’inciviltà dei nostri turisti il cambiamento si rimanderà a settembre e poi forse a chissà quale altra data…
    Dopo un anno “Pronti ad amministrare”… chi vo capisci capisci…
    Ci sarebbe da dire tanto altro ancora…
    Saluti
    Luigi Rotondaro