Home / IN PRIMO PIANO / Bcc di Verbicaro, a breve un nuovo presidente

Bcc di Verbicaro, a breve un nuovo presidente


GS_inside_arVERBICARO – L’assemblea della Banca di credito cooperativo Alto Tirreno della Calabria nominerà, a breve, un nuovo presidente del Consiglio d’amministrazione.


I soci dell’istituto di credito sono stati convocati dal presidente facente funzione Francesco Silvestri per le 22 di sabato 8 novembre presso la sede di via Roma a Verbicaro. In mancanza di numero legale, la seconda convocazione è prevista per il mattino successivo alle 9 e 30 presso la palestra della scuola media.

Posto che l’elezione riguarda solo il presidente, dopo le note vicende che hanno portato alla dichiarazione di ineleggibilità e di decadenza di Arturo Riccetti, eletto lo scorso maggio, scatta allora il “toto nome”.

Si parte da quanto previsto dallo statuto e dal regolamento elettorale della Bcc per le candidature che dovranno essere presentate entro venerdì 31 ottobre.

Potranno candidarsi i soci che non hanno determinate condanne, che non hanno parenti tra gli altri amministratori o tra i dipendenti della banca, che negli ultimi 6 mesi non hanno rivestito incarichi politici nella pubblica amministrazione fino al Parlamento e che possono vantare un’esperienza almeno triennale negli organi di governo dell’istituto di credito.

Tutti requisiti, questi, che escluderebbero una nuova candidatura del presidente destituito, anche se Arturo Riccetti, di recente, ha reso pubblica l’intenzione di riproporre la sua candidatura.

Una decisione probabilmente dettata dalla circostanza che le controversie legali scaturite all’indomani della sua elezione, e che hanno poi dato ragione alla restante parte del Cda e del Collegio dei sindaci, sono comunque oggetto di ulteriori gradi di giudizio.

I vertici della Bcc intanto hanno scritto ai soci per la convocazione e hanno spiegato che l’assemblea viene convocata nonostante ci fossero le condizioni per il Cda di nominare autonomamente il presidente.

“il consiglio però – si legge nella missiva – ha deliberato di investire della nomina l’assemblea, ritenendo che la prima carica della società, soprattutto in questa fase, debba essere diretta espressione della maggioranza dei soci”.

Quanto a questi ultimi, potranno partecipare all’assemblea se iscritti da almeno 90 giorni nel libro dei soci e scegliere il candidato attraverso il principio “una testa un voto” indipendentemente dalla quantità di azioni possedute. È inoltre prevista la possibilità di delega con le modalità previste dallo statuto.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Amici in Comune, il 31 gennaio 2022 la decisione sul rinvio a giudizio

Oggi le ultime discussioni delle difese dinanzi al Gup di Paola nel procedimento sui presunti …