Home / COMUNI / Calabria, giornata ad alto rischio incendi

Calabria, giornata ad alto rischio incendi


La protezione civile calabrese lancia l’allerta: giornata ad altissimo rischio incendi per alte temperature e vento. Tansi: “Calabresi segnalate roghi al 800496496”.

COSENZA – “Oggi, venerdì 17 giugno, è una giornata ad altissimo rischio incendi per la Calabria. Se vogliamo evitare che il nostro splendido territorio venga distrutto dal fuoco, così come è successo ieri in Sicilia, si invitano vivamente tutti i calabresi appena notano anche un inizio di incendio a telefonare al numero verde incendi della protezione civile della Regione Calabria 800496496. La tempestività nello spegnimento degli incendi è fondamentale”.

É Carlo Tansi, dirigente della protezione civile della Regione Calabria, a diramare l’allerta attraverso i canali istituzionali.

A preoccupare sono le particolari condizioni meteo previste sulla Calabria con le temperature massime mediamente previste intorno ai 35 gradi unitamente a possibilità di venti deboli ma, in particolari zone della regione, come ad esempio sul Pollino, con raffiche fino a 25 chilometri orari.

Come ogni anno, con alcune eccezioni, il periodo estivo, in Calabria, si contraddistingue per il fenomeno degli incendi boschivi. Spesso i roghi sono dolosi. Un fenomeno che abbiamo provato ad approfondire a maggio dell’anno scorso in uno speciale intitolato “Fiamme e indignazione”.

Tre articoli dettati dall’ennesimo incendio che, in quel periodo, ha colpito Aieta e la sua pineta. Da quel fatto di cronaca si presero le mosse, da queste pagine, per portare all’attenzione dei lettori alcuni elementi ricorrenti nel propendere per l’ipotesi dolosa.

Tra queste, appunto, le condizioni meteo ma anche alcune modalità proprie del fenomeno come l’esplosione di roghi a “macchia di leopardo”.

Il nostro speciale si era poi spinto ad approfondire il sistema dei controlli e della vigilanza del territorio per prevenire il fenomeno degli incendi. Emerse con chiarezza che un primo problema era costituito dal fatto che a controllare un’area vasta, circa 15mila ettari al di fuori del perimetro del Parco nazionale del Pollino, erano deputate due sole guardie forestali e anche scarsamente equipaggiate.

Per consultare gli articoli in questione cliccare qui.

Un incendio a Santa Domenica Talao ad agosto 2015
Un incendio a Santa Domenica Talao ad agosto 2015

About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Fico: “Giovani credano nella politica, lavoreremo per questo” [VIDEO]

Il presidente della Camera dei Deputati a Santa Maria del Cedro per ricevere la cittadinanza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright