Home / CRONACA / Santa Maria del Cedro, vandalizzato il Lungofiume

Santa Maria del Cedro, vandalizzato il Lungofiume

Incendi appiccati in più punti sul Lungofiume dell’Abatemarco. Distrutte dalle fiamme parti della staccionata. Vetere: “Strategia per colpire crescita di Santa Maria del Cedro”.

studio odontoiatrico vaccaro diamante

SANTA MARIA DEL CEDRO – Nei giorni scorsi alcuni roghi sono stati accesi nell’area del lungofiume Abatemarco di Santa Marisa del Cedro danneggiando la staccionata che delimita la passeggiata dagli argini del corso d’acqua.

Un gesto che ha suscitato indignazione da parte del sindaco Ugo Vetere che in merito alla natura dei roghi pare non avere dubbi.

“Sono sicuramente dolosi – ci ha detto questa mattina – perché sono stati appiccati, ritengo nelle ultime 48 ore massimo, in più punti distanti tra di loro alcune centinaia di metri. Inoltre è in corso da qualche tempo un’opera di pulizia delle sponde dell’Abatemarco con annessa falciatura dell’erba. Non c’erano dunque tracce di vegetazione secca dove sono stati accesi i roghi”.

Non è stata ancora quantificata l’entità del danno. “Da un punto di vista economico – ha precisato Vetere – non è granché. Le fiamme hanno distrutto solo alcune parti della staccionata. Il danno morale però è alto perché la rinascita di Santa Maria del Cedro passa anche attraverso opere come il lungofiume che oggi si scopre sotto attacco. Credo ci sia una regia per colpire la crescita del paese. Ma, ovviamente, non riusciranno a fermarci”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

percettori reddito di cittadinanza

Diamante, al via i progetti per i percettori del Reddito di Cittadinanza

Partono i progetti Puc per i percettori di reddito di cittadinanza. 20 lavoratori pronti a …