Home / COMUNI / BUONVICINO / Buonvicino, abuso d’ufficio: 7 avvisi di garanzia

Buonvicino, abuso d’ufficio: 7 avvisi di garanzia


Scoppia un caso “Buonvicino Capitale”: avvisi di garanzia per amministratori attuali e del passato e per il responsabile del servizio amministrativo e finanziario. L’accusa di procura e finanza è di abuso di ufficio in concorso in merito agli affidamenti si servizi alla cooperativa Artemisia.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

BUONVICINO – Quando anche i rifiuti diventano affare di famiglia. Sette avvisi di garanzia “spazzano” gli assetti amministrativi del Comune di Buonvicino.

Nella rete finiscono il sindaco, i componenti dell’esecutivo attuale e dell’ex Giunta, nonché Gennaro Marsiglia nella sua funzione di responsabile del servizio amministrativo e finanziario dell’ente. Oltre a Marsiglia, tra l’altro sindaco del Comune di Aieta e responsabile di servizio a Buonvicino dal 2004, gli altri avvisi di conclusione indagine sono stati recapitati a Giuseppe Greco (ex sindaco 2009 – 2014), Francesco Biondi (assessore), Ernesto Astorino (assessore 2009 – 2010), Ciriaco Marra (assessore 2009 – 2014), Ciriaco Biondi (sindaco), Ciriaco De Lio (vice sindaco dal 2014).

Le accuse sono di abuso di ufficio in concorso. E in particolare per aver assegnato alla cooperativa sociale Artemisia lavori di servizi pubblici (Rsu, differenziata e pulizia strade) per un importo totale di 213mila 162 euro senza gara di appalto violando l’obbligo di espletare evidenza pubblica per opere e servizi superiori a un importo di 200mila euro.

Le indagini sono state condotte dal sostituto procuratore Valeria Grieco con il fondamentale supporto della guardia di finanza.

Il “gioco” del frazionamento di detto importo con distinte delibere e determine comunali è stato scoperto dalla fiamme gialle. In tal modo è stato procurato “un ingiusto vantaggio patrimoniale alla suddetta cooperativa”. Inoltre Marsiglia, anche in presenza di un interesse proprio e di un prossimo congiunto, ometteva dall’astenersi nell’adozione e produzione dei provvedimenti amministrativi inerenti affidamento dei servizi pubblici a favore della cooperativa sociale Artemisia di cui era presidente e rappresentante legale il proprio coniuge (Chiara Benvenuto, dal 2005 al 2014) mentre la cognata (Angelina Benvenuto) ricopriva carica sociale dal 15 settembre 2015 a oggi.

In particolare vengono contestate determine e delibere dal novembre 2009 al febbraio 2015.

Le indagini sono seguite ad un esposto denuncia di un cittadino che ha rotto così un muro di silenzio. Per la cronaca, Gennaro Marsiglia oltre che sindaco e responsabile del servizio finanziario e amministrativo è stato anche presidente della comunità montana dell’Alto Tirreno fino al 2009.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

Belvedere Marittimo, arrestato padre del presunto assassino di Anelya Dimova

Accusato di detenzione illegale di armi dopo perquisizione domiciliare ma non è indagato nell’ambito dell’omicidio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright