Home / SANITÀ SALUTE BENESSERE / CORONAVIRUS / Coronavirus, Calabria zona Rossa, Basilicata Gialla

Coronavirus, Calabria zona Rossa, Basilicata Gialla


Da venerdì 6 novembre scattano le misure restrittive dell’ultimo Dpcm. Lockdown totale per i calabresi: non si circola nemmeno nel proprio comune.


La Calabria è stata dichiarata Zona Rossa con ordinanza del ministro della Sanità, Roberto Speranza. La Basilicata, invece, è Zona Gialla.

A seconda del “colore” nei territori si registrano misure più o meno restrittive. La Calabria è in compagnia di Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta.

“In queste settimane – ha detto Speranza – i contagi sono aumentati in modo imponente.

Dobbiamo fare ogni sforzo per rallentarne la corsa. Per questo stasera ho firmato una nuova ordinanza con misure restrittive per le regioni che i nostri tecnici hanno individuato come quelle più a rischio.

Il Covid-19 ci ha insegnato che dobbiamo agire in fretta e in modo deciso. Non c’è spazio per incertezze e polemiche.

So che queste scelte comportano sacrifici e difficoltà, ma sono l’unica strada per piegare la curva. Uniti ce la faremo”.

Il 3 novembre 2020 il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo Dpcm che contiene misure in vigore da venerdì 6 novembre 2020 al prossimo 3 dicembre 2020.

L’Italia è suddivisa in zone in base alla gravità del quadro Covid. Il riferimento sono i 21 indicatori ordinati ad aprile scorso dall’Istituto superiore di sanità e dal Comitato tecnico scientifico.

I dati epidemiologici, settimana dopo settimana, saranno valutati per orientare le decisioni. Una regione “rossa” potrebbe essere declassata a “arancione” o “gialla” o “verde” e viceversa.

Calabria Zona Rossa Covid-19

Cosa prevede la Zona Rossa?

1 Vietati gli spostamenti. Non si entra e non si esce dalla Calabria, non si va da comune a comune e non si circola all’interno del proprio comune se non per Salute, Lavoro, Necessità.

Si potrà uscire di casa per accompagnare i figli a scuola fino alla prima media (didattica in presenza).

2 Chiusi i negozi tranne generi alimentari e di prima necessità con le limitazioni dovute. Chiusi i mercati per la parte non alimentare.

Aperte edicole, tabaccai, farmacie e parafarmacie.

3 Chiusi ristoranti bar, pub, gelaterie, pasticcerie.

Fanno eccezione mense, catering ed esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti.

È comunque sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio e fino alle 22 quella con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

4 Sospese le attività sportive anche svolte nei centri sportivi all’aperto e tutti gli eventi e le competizioni organizzati dagli enti di promozione sportiva.

Ok a attività motoria individuale all’aperto e sotto casa con distanziamento e mascherina.

5 Didattica in presenza fino alla prima media. Dalla seconda media in poi didattica a distanza.

In presenza anche se è necessario l’uso di laboratori o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

Sospesa la frequenza delle attività formative e curriculari delle Università e delle Istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica, fermo in ogni caso il proseguimento di tali attività a distanza.

Proseguono i corsi per i medici in formazione specialistica, i corsi di formazione specifica in medicina generale, nonché le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie.

6 Servizi alla persona sospesi tranne lavanderia, pompe funebri, barbieri e parrucchieri.

7 Smartworking applicato ai massimi livelli tanto nel pubblico quanto nel privato.

Basilicata Zona Gialla

Cosa prevede la Zona Gialla?


1 Divieto di spostamenti dalle 22 alle 5 del mattino se non per Salute, Lavoro, Necessità.

Ci si può comunque muovere per andare a scuola, fino alla terza media.

2 Stop a mezzi di trasporto pubblici e privati per andare in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune.

3 Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), a esclusione di mense e catering.

Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio e, fino alle 22, la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

barbecue

Scalea, barbecue sul marciapiede in via Lauro

Grigliata in strada in pieno centro città. La foto del barbecue è diventata virale sui …