Home / SANITÀ SALUTE BENESSERE / CORONAVIRUS / Tortora Zona Rossa, il Tar respinge il ricorso

Tortora Zona Rossa, il Tar respinge il ricorso


Nel comune tirrenico restano in vigore le misure stringenti anti Covid-19 fino al 30 aprile. Ma non è esclusa una possibile revoca.


Il Tar Calabria ha respinto il ricorso presentato dal Comune di Tortora contro l’ordinanza della Regione Calabria che ha istituito la Zona Rossa fino al 30 aprile.

Il Tribunale amministrativo regionale per la Calabria ha disposto nel seguente modo.

Rigetta – si legge nel decreto – la suindicata istanza di misure cautelari monocratiche provvisorie.

Fissa per la trattazione collegiale la camera di consiglio del 19 maggio 2021.

Ordina alla Regione Calabria di depositare nel più breve tempo possibile la nota N. 00682/2021 REG.RIC. ASP Cosenza citata in motivazione assieme alla sua successiva ‘rettifica’ del 19/4/21 con eventuali allegati”.

Nel ricorso il Comune di Tortora aveva chiesto l’annullamento,
previa sospensione, dell’efficacia, previa adozione di idonee misure cautelari monocratiche, dell’ordinanza del Presidente della Regione Calabria numero 27 dello scorso 19 aprile.

Come detto, quella con la quale il comune è stato posto in Zona Rossa.

L’ente si era opposto, considerando non attendibili i dati prodotti dall’Asp di Cosenza, posti alla base della decisione, per via dei tempi eccessivamente dilatati nel processare i tamponi e nel comunicarne gli esiti, indispensabili per la revoca delle quarantene.

Il Tar ha tenuto in conto quanto prodotto dall’Asp. Ovvero una nota del 17 aprile, poi rettificata il 19, che segnalava nel comune di Tortora “49 casi negli ultimi 30 giorni, dei quali quasi il 50% si è registrato negli ultimi 7 giorni, con ulteriori 23 soggetti già positivi al test rapido antigienico, in attesa di conferma”.

Il Comune di Tortora ha invece prodotto un report dei contagi elaborato dalla polizia municipale, comunicato al sindaco Toni Iorio il 20 aprile.

Il Tar ha ritenuto tenere in conto la prima, perché prodotta da ente considerato “competente“.

“Il dato di 89 contagi registrati dalla vigilanza urbana il 12 aprile 2021 – sostiene il Tar – risulta ancora sostanzialmente confermato negli 88 contagi registrati il 16 aprile”

Soltanto “nei due giorni successivi, in particolare il 18 aprile (il giorno prima dell’adozione dell’atto impugnato) sembrerebbe, sempre secondo quanto riportato dal comando della polizia municipale, evidenziarsi una inversione di tendenza”.

Nella sua decisione di rigettare l’istanza del Comune di Tortora, il tribunale amministrativo calabrese ha inoltre tenuto conto delle “preoccupazioni palesate circa il grado di saturazione nel numero dei posti letto occupati in Area medica e Terapia Intensiva”.

All’ente, ora, non resta che tenere d’occhio l’andamento della curva dei contagi e, dagli aggiornamenti forniti all’Unità di crisi regionale, sperare in una revoca della Zona Rossa prima del termine stabilito del 30 aprile.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

carabinieri scalea

Denise Pipitone, accertamenti in corso su una ragazza a Scalea

I carabinieri della locale compagnia collaborano con la Procura di Marsala dopo una segnalazione su …

error: Materiale protetto da copyright