Home / IN PRIMO PIANO / San Sago, Iorio: “Incontro positivo. Soddisfatti a metà”

San Sago, Iorio: “Incontro positivo. Soddisfatti a metà”


Il primo cittadino di Tortora spiega cosa è emerso dal meeting in Regione Basilicata con il presidente Vito Bardi. Bardi vedrà Occhiuto.


L’incontro è stato positivo, ma siamo parzialmente soddisfatti”.

A dirlo è Toni Iorio, sindaco del Comune di Tortora, a margine dell’incontro avvenuto in Regione Basilicata per affrontare la questione dell’impianto di smaltimento rifiuti di San Sago.

I sindaci e le rappresentanze del territorio hanno interloquito con il presidente Vito Bardi.

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

“È emersa una volontà condivisa – spiega Iorio -, ovvero la contrarietà politica anche da parte della Regione Basilicata alla riattivazione dell’impianto di San Sago, un luogo non idoneo alla collocazione di quella struttura.

Ma l’ente regionale, pur facendo propri i nostri timori, difficilmente può revocare il provvedimento dirigenziale.

Apprezziamo inoltre la volontà della Giunta ad affrontare la questione in consiglio regionale attraverso una mozione promossa dal vicepresidente del Consiglio regionale Polese, per la quale si auspica ci sia una massiccia condivisione da parte di tutte le anime consiliari e che dunque con il consenso del governo regionale lucano, si possa poi giungere ad un ravvedimento della sua adozione da parte degli uffici preposti.

Inoltre – prosegue Iorio -, prendiamo atto con soddisfazione che la stessa Giunta regionale lucana si è impegnata ad affrontare prossimamente la questione con la Regione Calabria.

Oggi, siamo stati ricevuti dai rappresentanti della maggioranza Rosa e Cupparo oltre che dallo stesso presidente Bardi, al quale ci siamo rivolti quale espressione delle istituzioni, ma anche quale ex rappresentante e garante della legalità richiamando, quelli che sono stati i passati risvolti giudiziari che hanno interessato l’impianto.

Ecco, proprio sulla scorta di quanto accaduto non possiamo permetterci un disastro ambientale che potrebbe avere ripercussioni sulla salute del fiume Noce, del nostro mare e su quella dei cittadini.

Ora restiamo in attesa che si riunisca il Consiglio regionale della Basilicata e che a giorni si tenga il vertice tra i massimi rappresentati delle due regioni, Occhiuto per la Calabria e lo stesso Vito Bardi per la Basilicata.

Siamo fiduciosi. Doveroso a questo punto ringraziare le istituzioni regionali lucane con le quali si è avuto un sano confronto e ancora tutti i sindaci e i componenti del Comitato fiume Noce, l’associazione Libera Lagonegrese, le associazioni ambientaliste, i gruppi studenteschi, gli operatori turistici ed il Sindacato italiano Balneari nella persona del presidente Antonio Giannotti”.

Dello stesso tenore, improntato al cauto ottimismo, è il giudizio espresso in una nota congiunta da Assopesca Maratea e Consorzio turistico di Maratea.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

praia elezioni

Elezioni comunali Praia a Mare, #Puntoeacapo: terzo comizio in località Laccata

“Non c’è incontro senza ascolto. Abbiamo parlato con i cittadini prima di fare il programma”, …