Home / SANITÀ SALUTE BENESSERE / CORONAVIRUS / Scalea, posticipato il servizio per la mensa nella scuola primaria

Scalea, posticipato il servizio per la mensa nella scuola primaria


Gli alunni torneranno in refettorio lunedì 7 febbraio 2022 a differenza di quanto deciso per infanzia e secondaria.


Il Comune di Scalea ha deciso di posticipare la ripresa della mensa scolastica nella scuola primaria.

Lo rende noto l’amministrazione comunale in una nota nella quale riferisce che la data in cui il servizio tornerà a disposizione è lunedì 7 febbraio 2022. Per le altre scuole, infanzia e secondaria, invece, si tornerà in mensa lunedì 31 gennaio 2022. Sabato pomeriggio saranno sottoposti a sanificazione tutti i locali.

“A tal fine – si legge nel comunicato -, questa mattina si è tenuto un incontro nei locali dove si svolge la refezione scolastica presso l’Istituto comprensivo Gregorio Caloprese tra l’amministrazione comunale di Scalea, nella persona del vicesindaco con delega alla Pubblica istruzione, Annalisa Alfano, la responsabile dell’ufficio comunale pubblica istruzione, il dirigente scolastico, Saverio Ordine, la referente della ditta incaricata del servizio mensa e una rappresentanza di genitori ed insegnanti.

L’incontro – viene spiegato – è stato utile per chiarire le perplessità di molti genitori, rispetto alla ripartenza della mensa scolastica dopo lo stop delle festività natalizie e prolungato già di due settimane.

Il Covid-19, alcune settimane fa, ha fatto innalzare l’asticella dei casi positivi in città (leggi qui). Contagi che hanno coinvolto la fascia dei più piccoli”.

SEGUI INFOPINIONE SU GOOGLE NEWS

“Le disposizioni ministeriali – ha quindi affermato la Alfano – sono per l’apertura delle lezioni in presenza e di tutti i servizi annessi. L’amministrazione comunale, nonostante fosse già tutto pronto per l’apertura della mensa, ha preferito, comunque, accogliere le istanze dei genitori, ad oggi ancora preoccupati per l’andamento dei contagi, e darsi un’altra settimana di tempo prima di ricominciare.

Oltre il 7 febbraio non possiamo andare – ha poi precisato la delegata alla Pubblica istruzione -. La mensa rispetta tutti i protocolli di sicurezza. Sono convinta che la partecipazione e la condivisione parte anche dal confronto tra le parti e dall’ascolto delle esigenze di tutti, per una migliore risoluzione delle questioni. Con l’animo e lo spirito di una comunità che vuole offrire a tutti un ambiente socievole e solidale.

Non bisogna dimenticare – ha concluso – l’importanza del servizio mensa, utile per una corretta educazione alimentare, per la condivisione di un momento di socialità, nonostante le restrizioni, ma soprattutto, necessario per garantire una continuità nella didattica, messa a dura prova dagli inizi della pandemia”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

incidente stradale cedro bmw fiat

Santa Maria del Cedro, incidente stradale su via Degli Ulivi

Scontro tra due automobili nei pressi dello svincolo di Grisolia. Non ci sarebbero conseguenze per …