Home / AMBIENTE NATURA CALABRIA BASILICATA / Tortora, il tema San Sago torna in piazza con un Consiglio comunale straordinario

Tortora, il tema San Sago torna in piazza con un Consiglio comunale straordinario


Questa sera alle 21 in piazza Stella Maris. Impianto di San Sago: al centro dell’attenzione la decisione della Regione Calabria sull’Aia attesa a breve.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

San Sago torna al centro del dibattito e lo fa ancora una volta con un incontro pubblico in piazza Stella Maris di Tortora. Questa sera, alle 21, è infatti stato convocato un Consiglio comunale straordinario.

Come è noto, recentemente la vicenda dell’impianto di depurazione di rifiuti liquidi speciali pericolosi e non situato nella frazione tortorese a due passi dal fiume Noce si è focalizzata sulla possibile imminente riapertura. Le attività del sito potrebbero ripartire dopo i molti anni di fermo imposto da inchieste, sequestri, procedimenti giudiziari e provvedimenti degli enti interessati.

A breve, giovedì 28 luglio, è prevista la prima seduta della Conferenza dei servizi decisoria per il riesame dell’Autorizzazione integrata ambientale (Aia) presso la Regione Calabria.

SEGUI INFOPINIONE SU GOOGLE NEWS

In merito il Comitato per la Difesa del Fiume Noce sostiene che “la struttura tecnica di valutazione del dipartimento Territorio e tutela dell’ambiente della stessa Regione ha espresso parere favorevole per il riesame con valenza di rinnovo, pur indicando ben 30 punti di condizioni e prescrizioni.

Tutto ciò, nonostante le Istituzioni del territorio, il Comitato per la Difesa del Fiume Noce, le
associazioni ambientaliste, gli operatori turistici della costa, comuni cittadini abbiano fermamente e
più volte manifestato la propria decisa contrarietà alla ripresa delle attività dell’ormai noto
depuratore”.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULLA QUESTIONE SAN SAGO

Una volta concluso il consiglio straordinario – informano i promotori – partirà uno sciopero della fame da parte dei sindaci del territorio interessato, dei rappresentanti delle associazioni e di singoli cittadini, a rotazione.

“Lo sciopero – ancora il Comitato – si protrarrà sino alla conclusione dei lavori della prima seduta della Conferenza. Ci imbavaglieremo per dimostrare, simbolicamente, la mancanza di disponibilità ad ascoltare e a rendere concreta la richiesta di delocalizzazione dell’impianto. Per l’intera durata della prima seduta, e sempre nella stessa piazza, daremo vita ad un sit-in di protesta contro la ripresa delle attività di depurazione.

A partire dal 28 luglio, in ogni comune del territorio organizzeremo incontri pubblici sul tema: Il
Noce tra problemi e risorse, il caso dell’impianto di San Sago”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

praia consiglieri

Amare Praia, interrogazione a De Lorenzo su attività dei consiglieri delegati: “Approvate 4 deliberazioni in maniera irregolare”

“Perché consiglieri delegati svolgono attività degli assessori”? Il gruppo di minoranza chiede lumi al sindaco …