Home / IN PRIMO PIANO / Alluvione e frane Maratea: Merra promette fondi subito

Alluvione e frane Maratea: Merra promette fondi subito

Subito fondi per affrontare l’emergenza a Maratea, colpita lo scorso 13 ottobre da alluvione. L’assessore ha svolto un sopralluogo sul posto.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

Fondi in arrivo rapidamente per l’alluvione che ha colpito Maratea: li ha promessi Donatella Merra, assessore alle Infrastrutture della Regione Basilicata.

Come riferito questa mattina (leggi qui), la Merra ha svolto un sopralluogo in prima persona sulle aree colpite dal maltempo lo scorso 13 ottobre (leggi qui).

“Le precipitazioni copiose che hanno colpito Maratea – ha commentato l’assessore Merra – sono state eccezionali ed hanno provocato danni visibili e meno visibili che sono ancora tutti da accertare. Al momento, non è ancora possibile stabilire se gli episodi franosi si siano esauriti e se possano verificarsi, a causa delle condizioni geologiche sottostanti, ulteriori fenomeni critici.

Sarà necessaria – ha fatto sapere l’assessore Merra – una ispezione geotecnica più approfondita da parte degli esperti in maniera per poter intervenire con cognizione di causa, realizzando opere di stabilizzazione e di messa in sicurezza nel brevissimo periodo ma anche nel medio e lungo termine”.

Focus poi sulla situazione particolare di Castrocucco, frazione di Maratea dove si sono concentrati i danni maggiori, interessando in maniera seria anche una decina di abitazioni (guarda il video).

“Per la frazione di Castrocucco parliamo di problematiche connesse e diversificate perché oltre alla forza della pioggia che ha trascinato con sé imponenti masse detritiche si è riscontrata una inadeguatezza del sistema di smaltimento delle acque meteoriche che dovrà certamente essere oggetto di rivalutazione”, ha detto Donatella Merra. 

Poi l’analisi per le altre aree colpite: “Per Contrada Marina, lungo il Vallone Arenara, i tecnici hanno riscontrato una condizione precaria del canale che in occasione di eventi piovosi significativi si colma di residui solidi pericolosi.

Tale corso d’acqua è sormontato da un ponte della SS18 e da un ponte della ferrovia, il che rende ancora più urgente la pianificazione delle azioni. L’Ufficio Difesa del Suolo ha già sottoposto all’istruttoria del Ministero dell’Ambiente, per il successivo finanziamento per circa 1,3 milioni di euro, un progetto di riequilibrio ambientale del Vallone Arenara, da perseguire mediante asportazione del materiale di trasporto solido in eccesso e il riuso di tale materiale per il ripascimento delle spiagge di Marina e di Cersuta, che manifestano fenomeni di arretramento dell’arenile”.

L’assessore lucano ha poi ringraziato i volontari, i corpi di intervento e l’amministrazione di Maratea.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

cedro di santa maria del cedro museo rotary scalea

Rotary Scalea, premio a Renato Aronne e Tullio di Lorenzo

Iniziativa Rotary Riviera dei Cedri club di Scalea: un premio ai due professionisti distintisi nel …