Home / COMUNI / CETRARO / Rosario Livatino, a Cetraro la mostra “Sub tutela Dei”

Rosario Livatino, a Cetraro la mostra “Sub tutela Dei”

Dal 4 al 9 marzo 2024 mostra e appuntamenti dedicati al “giudice ragazzino”, beato Rosario Livatino ucciso dalla mafia nel 1990. L’iniziativa è del Gruppo Giovani dell’Oratorio San Benedetto Abate di Cetraro.

mary ristorante pizzeria santa maria del cedro calabria

Arriverà a Cetraro dal 4 al 9 marzo 2024 la mostra “Sub tutela Dei”, dedicata alla vita del giudice Rosario Livatino, il magistrato siciliano che ha operato nell’Agrigentino ed è stato assassinato nel 1990 in un agguato mafioso a soli 38 anni e beatificato su approvazione di Papa Francesco nel 2021.

“Sub tutela Dei”, sotto la protezione di Dio è una espressione ricorrente nelle pagine dell’agenda del “giudice ragazzino”, come è stato ribattezzato nell’omonimo libro da Nando Dalla Chiesa.

L’iniziativa di Cetraro è promossa dal Gruppo Giovani dell’Oratorio San Benedetto Abate che, con la guida del parroco don Francesco Lauria, da anni è impegnato nel contrasto alla criminalità e alle devianze giovanili.

SEGUI INFOPINIONE SU GOOGLE NEWS

Rosario Livatino
Rosario Livatino

La settimana di riflessione e testimonianze si inserisce nel solco dell’iniziativa “Costruttori di bellezza”, appuntamento annuale con il quale il Gruppo Giovani dell’Oratorio San Benedetto vuole rinnovare il proprio impegno civico di educazione alla legalità.

Lunedì prossimo alle 17 e 30 presso la sala consiliare del comune di Cetraro si terrà il convegno inaugurale dal titolo “Fede e giustizia” al termine del quale si aprirà la mostra. I saluti istituzionali saranno portati da Giovanni Rossi, presidente del Consiglio comunale di Cetraro, don Francesco Lauria, parroco di San Benedetto, Gianfranco Parenti, presidente dell’Ordine degli avvocati di Paola, Fernando Caldiero, presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Paola, Marco Saverio Ghionna, presidente dell’Ordine degli ingegneri di Cosenza e Giuseppe Leporini, presidente di Avis Cetraro.

Interverranno Domenico Airoma, procuratore della Repubblica presso il tribunale di Avellino e vicepresidente del Centro studi Livatino, e Antonio Mazza, giudice onorario del tribunale di Crotone. Le conclusioni saranno affidate al vescovo della Diocesi di San Marco Argentano – Scalea, monsigonr Stefano Rega. A coordinare gli interventi sarà Lorenzo Gagliardi del Gruppo giovani della parrocchia San Benedetto Abate.

La mostra, composta da un percorso a tappe con testi, video, immagini e un audio rievocativo, sarà visitabile dal 4 al 9 marzo presso il museo civico di Palazzo del Trono dalle 9 e 30 alle 12 e 30 e dalle 16 00 alle 19 con ingresso gratuito. Nelle fasce orarie mattutine alcune scuole del territorio hanno accolto la proposta dei giovani promotori e arriveranno a Cetraro per visitarla.

Nel corso della settimana, altri appuntamenti si terranno venerdì 8 marzo alle 18 e 30 con la via crucis nella Chiesa Matrice di San Benedetto animata dal gruppo giovani in compagnia del martire Rosario Livatino e sabato 9 marzo alle 18 con la proiezione del docufilm “Il giudice di Canicattì. Il coraggio e la tenacia”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Aviospuerficie Scalea

Aviospuerficie di Scalea, Vetere (Patto territoriale): “Perrotta ci convochi”

Il presidente del Patto territoriale Alto Tirreno cosentino a nome dei sindaci chiede chiarimenti sull’Aviosuperficie …