Home / COMUNI / PRAIA A MARE / Praia a Mare, spiragli di luce sull’ospedale

Praia a Mare, spiragli di luce sull’ospedale

Cauto ottimismo della Commissione sanitaria regionale
Salerno: “Ora quadro più chiaro sui dati del nosocomio”


DI ANDREA POLIZZO

PRAIA A MARE – “Dopo la visita di questa mattina abbiamo un quadro più chiaro sui dati dell’ospedale di Praia a Mare. Queste chiarezze saranno fedelmente riportate al tavolo tecnico della Regione per le opportune valutazioni”.

Nazzareno Salerno (foto), presidente della Commissione sanità della Regione Calabria, al termine dell’ispezione del nosocomio praiese avvenuta nella mattina di martedì, offre un commento che induce ottimismo.

Dell’organo del Consiglio regionale erano presenti a Praia a Mare, oltre al  presidente Salerno, il vicepresidente Ferdinando Aiello e il consigliere Gianpaolo Chiappetta. Ad accoglierli, con i dirigenti del nosocomio praiese Vincenzo Cesareo e Tullio Laino, i sindaci di Praia a Mare, Scalea, Tortora, Aieta e San Nicola Arcella. Presenti anche rappresentanti dei partiti politici e dei comitati cittadini del territorio.

“Con quanto abbiamo potuto prospettare alla Commissione – ha detto Vincenzo Cesareo, direttore sanitario del presidio ospedaliero di Praia a Mare – abbiamo quanto meno la certezza che la Regione possa decidere sulla base di dati reali. Credo che questa struttura sanitaria possa rientrare nel novero di quelle che vanno aiutate a crescere e non penalizzate”.

La paventata chiusura o riconversione dell’ospedale praiese ha generato apprensione tra gli abitanti del territorio che, da Tortora a Scalea, ad essa fanno riferimento per le cure sanitarie.

“Oggi – ha commentato Salerno – in apprensione è l’intera Calabria per il Piano di riordino della sanità che non punta a penalizzare alcuni territori a discapito di altri, ma a valorizzare i punti di forza sanitari della nostra regione. È comprensibile l’apprensione – ha aggiunto – ma è il caso di essere anche ottimisti”.

Il presidente della terza commissione ha anche lodato “Il comportamento di quei primi cittadini che si sono dimostrati operativi e collaborativi” e in riferimento alle forme di protesta messe in atto, come nel caso di Cariati, ha aggiunto: “Sono anche legittime ma in questo momento serve più la collaborazione e sedersi a un tavolo – ha concluso Salerno – per capire cosa fare”.

Oggi è prevista una nuova tappa del processo che mira a salvare il nosocomio praiese. “Saremo ricevuti – ha annunciato Cesareo – dal direttore generale facente funzione dell’assessorato alla Sanità della Regione Calabria. Confuteremo ancora una volta i dati in loro possesso – ha concluso – sperando di trovare dei tecnici in grado di capirci e non di affossare la sanità calabrese”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

amici in comune praia

Amici in Comune Praia a Mare: udienza sulle trascrizioni rinviata

Amici in Comune: si tornerà in aula il 15 febbraio 2023 per il conferimento dell’incarico …