Home / OPINIONE / EDITORIALI / Tortora, una piazza per Don Ciccio

Tortora, una piazza per Don Ciccio


Intitolare piazza Stella Maris a don Ciccio: nuovo sondaggio di bt.it
Criticata, vandalizzata utilizzata la piazza oggi è ancora senza nome


editoriale
DI ANDREA POLIZZO

TORTORA – C’è una piazza, nel pieno centro della Marina di Tortora, di cui si è sempre parlato in maniera critica e se ne continua a parlare per gli atti vandalici che subisce. È famosa perché qualcuno ha pensato di utilizzarla per aggregare cittadini disgregati. È una piazza che da tutti è ormai indicata come Stella Maris ma che in effetti è ufficialmente senza nome.

Raccolgo l’invito dell’utente Massimo ad avviare un sondaggio tra voi lettori sulla proposta di dedicare piazza Stella Maris a don Francesco Lamarca, storico parroco di Tortora scomparso lo scorso 16 ottobre.

Coloro che tra le due opzioni sceglieranno ‘no’ possono commentare il post indicando una intitolazione alternativa.

L’intitolazione a don Ciccio, personalmente, mi trova d’accordo. La sua figura ed il suo operato credo possano essere d’esempio per le generazioni future.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Nasce il Liceo Transizione ecologica e digitale: ma che ci fanno Eni, Snam e altri?

DI ULDERICO PESCE | C’è anche Leonardo Spa, che si occupa di armamenti. Lo Stato …

5 comments

  1. Sono d’accordo di intitolare a don Ciccio la piazza…..
    la piazza potrebbe divenire il vero luogo di discussione come é stata la vita di don Ciccio sempre presente con il suo essere chiaro ed equilibrato.
    Buon lavoro
    da Gipo

  2. Franco Guerrera

    Joker84 tu non sai quanto bene volevo a Daniel, nato dopo sette giorni dalla nascita di mia figlia entambi nell’anno 1984, come te. Daniel è cresciuto insieme anche con mia figlia e gli volevo bene come un figlio. Bene Joker84, hai fatto bene a proporre in favore di Daniel perchè rammenta “una vita spezzata” ma a Daniel potrebbe essere intestato il “Centro di Aggregazione Giovanile” di Marina di Tortora in funzione nelle vicinanze della Chiesa di Santo Stefano, così da sviluppare insieme con ll’Amministrazione Comunale la politica a favore dei giovani.
    Franco Guerrera.

  3. Bè io la intitolerei a Daniel Cozzi, da bambini era lì che passavamo le nostre giornate, a giocare nel vecchio campetto di ciro in quel terreno dove ora è stata costruita la piazza…soprattutto i pomeriggi di sabato, scavalcamo la ringhiera per giocare a scrocco mentre ciro era impegnato a vedere l’inter e quindi non poteva venire a controllare…che bei tempi…poi arrivavano quelli più grandi e ci cacciavano fuori vuoi per prepotenza e un pò perchè avevano pagato…è lì che siamo cresciuti tra la via nazionale e l’ex campetto, è li ke daniel ha vissuto la sua infanzia…credo che per il suo crudele destino che ha avuto un omaggio così bello se lo merita…non me ne vogliate nessuno di voi e nemmeno don ciccio da lassù, ma daniel è daniel!!!

  4. Franco Guerrera

    Condivido pienamente il sondaggio proposto da Massimo. Intitolare la Piazza antestante la Ciesa “Stella Maris” , per la nostra Comunità, è importante perchè anche attraverso l’intitolazione della piazza, ricorderemo Don Ciccio quale persona di rilievo per la nostra storia umana di Tortora e dintorni. Un sacerdote che ha lasciato un segno indelebile nella vita sociale e religiosa della comunità tortorese ed altre comunità lucane. Nel contempo si deve pensare anche a un Monumento davanti la Chiesa di “Santo Stefano ProtoMartire” a ricordo del primo ingresso di Don Ciccio a Tortora e per la durata di circa 40 anni. Monumento in bronzo che dovrà rievocare il Don Ciccio sempre sorridente come il Cristo Risorto. Infine si può pensare anche ad una “Fondazione Don Ciccio” iniziativa che potrà essere familiare, pubblica e/o privata.
    Don Ciccio: arrivederci di nuovo.
    Franco Guerrera.

  5. Mi ero da sempre detto favorevole ad intitolare la Piazza a Giovanni Paolo II. La mia richiesta, come già detto in questo blog, fu rivolta al Sindaco Silvestri ma senza aver esito…forse era il segno che la Piazza aspettasse un altro nome per essere intitolata. Ho votato il mio “sì” per don Ciccio…la mia vita rimarrà indelebilmente sempre legata alla sua…potrebbe essere questo un segno per dirgli il nostro grazie e per la fondazione di una Parrocchia intorno alla quale nel corso di pochi anni si è sviluppato un paese e per aver lavorato a capo della costruzione di due Chiese. Ho ancora in memoria di quando fu inuagurata la “Stella Maris” e del sonno che don Ciccio perse fin a quando non la vide realizzata. Al seguito di questa Chiesa è stata realizzata la Piazza, ed il grande centro Parrocchiale alle spalle della Chiesa…deve obbligatoriamente essere reso omaggio a lui per aver iniziato un lavoro che i nostri posteri debbono rispettare e completare sempre meglio.