Home / COMUNI / PRAIA A MARE / Ospedale di Praia a Mare, il riordino a settembre?

Ospedale di Praia a Mare, il riordino a settembre?


Intesa “solo” formale tra Asp e Regione per slittamento riordino
In Consiglio comunale passa la proposta di Praia città d’Europa

green multiservice disinfezione

DI ANDREA POLIZZO

PRAIA A MARE – “C’è un intesa formale tra Scarpelli e la Regione Calabria per posticipare l’emanazione dell’atto di riordino della rete ospedaliera. Ma, per ora, nessun documento ufficiale”.

Il chiarimento su una indiscrezione circolante negli ultimi  tempi proviene dallo staff di Gianfranco Scarpelli (foto), commissario straordinario dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza.

Il riordino della rete ospedaliera potrebbe avvenire a fine settembre e non ad agosto nel rispetto dei termini di legge.

Infatti, stando a quanto riferiscono dagli uffici dell’Asp di Cosenza, la delibera regionale di approvazione delle linee guida del 5 luglio è giunta in sede il 18. Calcolando il termine perentorio, stabilito dalla stessa, in 30 giorni dal ricevimento, l’Asp avrebbe dovuto approvare l’atto aziendale di riordino entro il 18 agosto.

La proroga chiesta, e forse ottenuta, da Scarpelli dilata i tempi a disposizione degli interessati alle sorti dell’ospedale di Praia a Mare per contribuire alla stesura dell’atto dell’Asp.

Sempre che il tutto venga tradotto in un documento ufficiale dallo stesso Scopelliti.

Su queste sottili premesse, questa mattina, il Consiglio comunale di Praia a Mare, in maniera insolitamente trasversale, ha deliberato favorevolmente per istituire un tavolo tecnico per approfondire e integrare la corposa proposta avanzata dal gruppo consiliare di minoranza Praia Città d’Europa.

Il gruppo, guidato dall’ex sindaco Antonio Praticò, ha disegnato un ospedale riunito del Tirreno cosentino con Paola, Cetraro e Praia a Mare. Per il nosocomio praiese ha avanzato una nuova ipotesi di riconversione con la presenza di Cardiologia, e conseguente potenziamento della Chirurgia, oltre ad altri servizi. Il tutto, fino a riportare Praia a Mare a 120 posti letto, molti dei quali h24 o in day hospital.

Su questa base, dunque, lavorerà il tavolo tecnico istituito oggi e i cui primi frutti verranno raccolti in un nuovo Consiglio dopo ferragosto. Nella speranza che le promesse di proroga per l’atto aziendale di riordino non restino tali.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Re Nudo, la Procura di Paola ha chiuso le indagini

Russo è ancora in carcere. Coccimiglio e Vitale ai domiciliari. Gli altri 89 indagati a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright