Home / COMUNI / CETRARO / Elezioni Calabria 2014, Aieta rappresenta il territorio

Elezioni Calabria 2014, Aieta rappresenta il territorio

promo_insideCETRARO – È Giuseppe Aieta, 47 anni, sindaco del Comune di Cetraro, l’unico candidato del Tirreno cosentino ad essere eletto nel nuovo Consiglio Regionale della Calabria.

bigmat fratelli crusco grisolia

Dati ancora non definitivi. Seggi ancora da assegnare con un occhio al calcolo finale e al relativo premio di maggioranza, ma l’elezione dovrebbe essere certa.

Alla circoscrizione Nord, Cosenza e provincia, dovrebbero spettare non meno di 7 posti per la coalizione che ha condotto alla vittoria il neo-eletto presidente Oliverio. In questo ambito, Giuseppe Aieta ha ottenuto circa 8mila 500 voti. Un’affermazione che lo pone come secondo eletto della lista del Partito democratico, staccato dal campione di consensi di tutta la macro circosrcizione Nord, Carlo Guccione con circa 14mila voti.

A tirare la volata i circa 2mila voti presi nella sua Cetraro, e l’appoggio quasi uniforme ottenuto nei restanti centri del territorio. Senza contare il sorprendente dato registrato a Cosenza città: circa 600 voti.

Quella di Aieta è molto probabilmente una delle poche, forse l’unica, espressione di consenso non proveniente proprio dal capoluogo di provincia e dal suo hinterland.

Sogni infranti, invece, per gli altri aspiranti consiglieri del Tirreno cosentino. È andata male all’ex sindaco di Santa Maria del Cedro, Giuseppe Aulicino, candidato nella lista la Sinistra, capeggiata da Speranza e collegata ad Oliverio. Poco più di mille500 voti di cui poco più della metà raccolti nella sua città. Fuori dai giochi anche Rachele Grosso Ciponte, attestata di poco al di sopra delle mille200 preferenze nella lista Calabria in rete.

Circa 770, invece, i voti andati a Nicola Biondi di Scalea presente nella lista Centro democratico.

Restando a Scalea, ma passando alle future forze di opposizione del consiglio regionale, resta fuori dai giochi anche l’ex sindaco e parlamentare di Scalea Alessandro Bergamo che ha sfiorato i mille voti nella lista dell’Unione di Centro.

È andata molto meglio a Vito Caldiero che chiude molto vicino a quota duemila, con oltre 600 voti ottenuti nella sua città di nascita, Belvedere Marittimo. Caldiero, si è piazzato secondo nella lista del Nuovo centro destra, dietro un’altro fenomeno dei consensi sul territorio: l’intramontabile cosentino Giuseppe Gentile che ha raccolto buona parte dei suoi circa 11mila voti proprio in provincia. Emblematico, ad esempio, il dato di Praia a Mare dove è risultato il candidato più votato con 252 preferenze.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

truffa falsi carabinieri

Truffa falsi carabinieri: due napoletani derubano un’anziana a Bova Marina. Denunciati dall’Arma

Truffa dei falsi carabinieri a danno di un’anziana di Bova Marina: sottratti gioielli per un …