Home / COMUNICATI STAMPA / Smau 2016, start up Lucana vince il premio Lamarck

Smau 2016, start up Lucana vince il premio Lamarck


A MedEa, start up Lucana di telemedicina il premio Lamarck durante il Roadshow 2016 dello Smau. Un applicazione abbatte i tempi degli esami di controllo.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

POTENZA – MedEa, start up Lucana nel settore della telemedicina, ha vinto il premio Lamarck allo Samu Roadshow 2016.

L’impresa della Basilicata ha trionfato grazie ad una applicazione che consente una migliore trasmissione delle informazioni mediche tra pazienti e medici. In particolare per gli esami di controllo, gli utenti non saranno più costretti a recarsi presso le strutture sanitarie. É stata ideata una piattaforma da installare sul proprio dispositivo e che è interfacciata con strumenti per gli esami (misurazione della pressione arteriosa o elettrocardiogramma). I dati acquisiti in questo modo vengono immagazzinati in un centro di raccolta. Medici specialisti refertano i risultati e li consegnano ai pazienti in massimo 24 ore.

Lo Smau, è una piattaforma per l’innovazione e l’aggiornamento professionale ed ogni anno organizza un roadshow nel quale valorizzare le eccellenze innovative premiando aziende, pubbliche amministrazione e, appunto, startup. Il premio Lamarck, all’interno del roadshow organizzato da Smau, è un riconoscimento dedicato alle più promettenti startup pronte ad incontrare il mondo dell’industria e volto a favorire quel processo di Open Innovation fondamentale per il rinnovamento e la crescita della competitività delle imprese.

La start up lucana che ha trionfato aveva colto un’opportunità messa a disposizione dalla Regione Basilicata a valere sul Po Fesr Baslllcata 2014-2020.



About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Seconde case a Praia a Mare, le precisazioni sull’ordinanza ricettività

L’assessore Fernando Marsiglia ha fornito ad alcuni proprietari di seconde case l’interpretazione autentica dell’atto del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright