Home / CRONACA / Rifiuti a Maierà: trovato l’accordo, rientra lo sciopero

Rifiuti a Maierà: trovato l’accordo, rientra lo sciopero


In municipio lavoratori, Cgil, amministratori comunali e Mia Srl trovano l’accordo. Saranno pagati gli stipendi arretrati e riparati gli automezzi

MAIERÀ – Pagamento degli stipendi 2018, delle spettanze 2017 e riparazione degli automezzi.

Questa, in estrema sintesi, la noce dell’accordo stipulato poche ore fa tra i dipendenti della raccolta rifiuti del Comune di Maierà, l’ente, la Cgil e la Mia Srl. Un accordo che dunque pone la parola fine sullo sciopero avviato questa mattina.

maierà rifiuti sciopero
Maierà, operai addetti alla raccolta dei rifiuti in sciopero

In municipio c’erano Francesco Rovito in rappresentanza della Mia e Dario Pappaterra per i lavoratori. Per l’ente erano invece presenti Giacomo De Marco, Raffaele Perrone e Daniela Perrone, rispettivamente sindaco, vicesindaco e assessore di Maierà. Presente anche il responsabile dell’area Tecnica, Emilio Laino.

Sciopero rientrato: i dettagli dell’accordo

Dal verbale dell’accordo si evince che è stato appurato come l’ente abbia pagato fino al mese di settembre 2018, quest’ultimo “fermo in tesoreria per problemi tecnici, accettando nel contempo una cessione del credito relativa alle fatture dei mesi da marzo ad agosto del 2018”.

L’accordo prevede che la Mia paghi gli stipendi arretrati entro il 20 novembre, consegnando ai dipendenti anche le buste paga.

Per le spettanze del 2017, che interessano solo due degli operai, la ditta ha fatto verbalizzare che il Comune di Maierà deve ancora saldare il credito. L’ente è stato dunque autorizzato dal privato a rigirare i circa settemila euro direttamente ai due lavoratori.

La controparte sindacale ha comunque chiesto di verificare tale credito da 6mila 896 euro. Il comune si è riservato di verificare sia i debiti che i crediti, ma ha accettato sia la cessione di credito che il pagamento diretto.

Quanto agli automezzi concessi in comodato dal comune di Maierà per la raccolta dei rifiuti, sono stati riconosciuti come “non idonei al servizio”. Domani la Mia Srl li ricovererà presso la propria sede centrale di Santa Domenica Talao.

Il sindacato ha chiesto per gli operai il riconoscimento dell’indennità chilometrica, dovendo ora recarsi quotidianamente a Santa Domenica Talao per prelevare automezzi idonei a svolgere il loro lavoro.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

San Sago, il Tar ha rigettato il ricorso della GoGiFe

Il Tribunale amministrativo della Calabria ha rigettato perché inammissibile il ricorso della ditta contro l’obbligatorietà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright