Home / COMUNICATI STAMPA / Lagonegro schianta Alessano in poco più di un’ora

Lagonegro schianta Alessano in poco più di un’ora


Ottima prova della Lagonegro Geosat Geovertical che muove la classifica e dimenticata battuta d’arresto di Roma.

LAGONEGRO – La Geosat Geovertical Lagonegro batte Alessano in tre set e poco più di un’ora.

Uomini di Falabella concentrati e gara mai in discussione. Solo nel secondo set i salentini hanno trovato il pareggio nella fase centrale, ma i martelli biancorossi hanno sempre ripristinato il vantaggio e le distanze.

Falabella schiera il sestetto tipo con Pedron-Boswinkel, Galabinov e Barreto, Calonico e Marra al centro e Fortunato e Sardanelli a scambiarsi il ruolo di libero. Lorizio risponde con Leoni-Onwelo, schiacciatori Kaio e Drobnic, centrali Scardia e Tomasetti, Bruno e Russo a cambiarsi il ruolo di libero.

La gara parte con il favore dei lagonegresi e mister Lorizio sul 7-4 ferma il tempo per il time out discrezionale. Il vantaggio dei biancorossi si mantiene nella fase centrale del set quando per Alessano entra Lucarelli al posto di Kaio, ma è sempre il tecnico pugliese a chiedere il tempo, questa volta sul 14-9.

Il massimo vantaggio della squadra di Lagonegro arriva sul 17-11, ma poi i biancorossi subiscono un break (17-14) trascinati da Onwelo. Falabella allora chiede ai suoi si sedersi per i 30”.

Al rientro ancora in vantaggio i lagonegresi con Barreto che sigla nuovamente il +5 (20-15). Provano ad assottigliare le lunghezze ma poi un muro della Geovertical chiude il set.

Secondo set. Lagonegro sempre in vantaggio con Boswinkel sugli scudi (8-5). Dall’altra parte risponde Onwelo, che riporta la parità sull’ottavo punto, ma poi Calonico con due muri e un attacco ripristina il vantaggio (11-8).

Torna la parità sul 13esimo punto, ma questa volta il muro a tre dei biancorossi frena gli attacchi dei martelli salentini. Con un ace, Barreto porta i suoi sul 17-13 e mister Lorizio sceglie di cambiare la diagonale palleggiatore-opposto inserendo Ciardo e Umek.

Il servizio colpisce ancora: questa volta è Galabinov a siglare il 23-17 e poi i lagonegresi chiudono anche il secondo set.

Terzo set. Lorizio cambia nuovamente i suoi con la diagonale composta da Ciardo-Umek e al centro inserisce Persoglia al posto di Tomasetti.

Ancora una volta sono gli uomini di Falabella a condurre il gioco (8-4). Lorizio sceglie di far rientrare Kaio, ma il solito Boswinkel sia in attacco che a muro si fa sentire e si arriva sul 13-6.

Gli fa da spalla Barreto che sigla il massimo vantaggio 17-6. Falabella sceglie di inserire il giovane palleggiatore Maccabruni sul 18-7 e nel finale di set si vede anche l’altro giovane opposto Andrea Di Coste.

Il set è largamente nelle mani dei biancorossi che (23-11) conducono la gara e Marra chiude il set e la gara conquistando tre importantissimi punti.

volley lagonegro

“Era importante vincere – commenta a fine gare l’assistant coach Denora Caporusso – per il morale, prima di tutto, e poi per la classifica. Dopo la sconfitta di domenica scorsa abbiamo cercato e studiato cosa non ha funzionato e questa sera soprattutto con il servizio abbiamo vinto la gara”.

TABELLINO

Geosat-Geovertical Lagonegro: Maccabruni, Fortunato, Calonico 9, Del Vecchio, Pedron 1, Boswinkel 18, Turano, Di Coste, Maiorana, Sardanelli, Marra 7, Galabinov 5, Barreto 12. Allenatore Falabella.

Aurispa Alessano: Russo (L), Leoni, Aveli, Serafino, Kaio 1, Tomasetti 1, Lucarelli 5, Onwelo 13, Persoglia 2, Bruno (L), Scardia 3, Ciardo, Drobnic 8, Umek 1. Allenatore Lorizio.

Lagonegro: 12 muri, 4 ace, 14 errori in battuta, 52% in attacco, 23% ricezione.
Alessano: 3 muri, 1 ace, 11 errori in battuta, 35% in attacco, 22% ricezione.

Set: 25-20, 25-19, 25-14.

Tempo di gioco 1h e 12’
Durata set 26’, 26’, 20’.

Spettatori 300.

 


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Amantea, marijuana nella farina: arrestato 27enne

Arrestato un richiedente asilo nigeriano alla stazione ferroviaria di Amantea. In un pacco di farina …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright