Home / IN PRIMO PIANO / Maratea, il Wwf libererà due allocchi

Maratea, il Wwf libererà due allocchi


Il Nucleo operativo Wwf Maratea ha annunciato che tra qualche giorno saranno reimmessi in libertà i due pennuti soccorsi a maggio scorso.

MARATEA – “Piccoli allocchi tornano in libertà”.

Così i soci del Nucleo operativo Wwf di Maratea hanno voluto intitolare la loro nuova iniziativa animalista in programma sabato 22 giugno.

Quel giorno “saranno liberati i due pulli di allocco recuperati il 10 maggio 2019 – spiegano i volontari – e curati presso il Cras di Policoro. La liberazione avverrà alle 21 presso l’abitazione di un privato in località Trecchinari di Maratea”.

Intanto, prosegue l’attività del Wwf Maratea. Nei giorni scorsi sono proseguite le “ronde” sulle spiagge da Maratea a Diamante per monitorare il periodo di nidificazione delle tartarughe marine.

“Se vedete tracce sulla spiaggia al mattino presto o una tartaruga intenta a scavare – fanno sapere – contattateci immediatamente.

Fotografate pure – aggiungono dal Wwf –, ma non toccate nulla. È importante tutelare i nidi per salvare la specie”.

Parallelamente si lavora anche ai campi volontari Wwf, sempre per le tartarughe marine, che si svolgeranno a fine giugno e inizi luglio.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Scalea Europea: “Il consiglio comunale deve dimettersi”

Questa la posizione del gruppo dopo l’arresto del sindaco Licursi nell’operazione Ghost work. “Hanno invece …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright