Home / IN PRIMO PIANO / Paola, lite in famiglia: due poliziotti finiscono in ospedale

Paola, lite in famiglia: due poliziotti finiscono in ospedale


Un 32enne paolano ha aggredito l’anziana madre e gli agenti intervenuti per riportare la calma a seguito di una lite in famiglia in un’abitazione in pieno centro a Paola.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

PAOLA – Due poliziotti sono finiti in ospedale dopo aver provato a sedare una lite in famiglia a Paola.

Erano intervenuti in una abitazione in pieno centro dopo aver ricevuto una segnalazione circa l’aggressione da parte di un 32enne nei confronti dell’anziana madre. Le urla della settantenne avevano fatto scattare la chiamata alle forze dell’ordine.

Nella lite famigliare, oltre all’aggressore e all’anziana, sarebbero stati coinvolti anche altri famigliari. In particolare, un’altro figlio della donna avrebbe colpito il fratello.

Sul posto si è recata una volante del locale commissariato. Gli agenti hanno inizialmente cercato di riportare a ragione il giovane. Ma il ragazzo si è scagliato anche contro di loro colpendoli. Con qualche sforzo, i poliziotti sono riusciti a immobilizzarlo.

A causa delle lesioni e delle escoriazioni ripotate nella colluttazione, due poliziotti hanno dovuto ricorrere alle cure mediche del pronto soccorso del San Francesco di Paola. In ospedale anche il 32enne che sarebbe stato colpito anche da uno dei fratelli.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

San Sago, “Vinca” indispensabile anche per il Consiglio di Stato

Sentenza di Palazzo Spada: ottenimento della Valutazione di incidenza ambientale se la Cogife vuole riaprire …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright