Home / SANITÀ SALUTE BENESSERE / CORONAVIRUS / Covid nel cosentino: in 10 giorni superato picco prima ondata

Covid nel cosentino: in 10 giorni superato picco prima ondata


Dati Asp Cosenza. Il punto al 30 ottobre: focolai a Belvedere Marittimo, Cetraro e Scalea. Lo “strano caso” di Tortora.


La curva dei contagiati nelle provincia di Cosenza ha subito una netta impennata negli ultimi 10 giorni, superando di gran lunga il picco dei casi registrati nella prima ondata“.

È quanto si apprende dall’unità di Epidemiologia dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, in un documento rilasciato pochi giorni fa.

In sostanza, impressionano i numeri dei contagiati e isolati a domicilio, ricoverati in reparto e nella terapia intensiva di Cosenza nel lasso di tempo che va dal 20 ottobre scorso e fino a giovedì 29 ottobre.

Il cosentino conta, con dati al 29 ottobre, 904 casi di persone attualmente positive. Il 20 ottobre scorso erano 386. Il 23 marzo 2020, picco della prima ondata, i casi attivi erano circa 365.

Le cose non sono migliorate il giorno successivo, con i casi attivi saliti a 965, di cui 912 in isolamento domiciliare, 49 ricoverati in reparto a Cosenza e 4 in terapia intensiva.

Va anche però considerato che anche la curva dei guariti mostra dati in crescita, seppur con incrementi contenuti.

Casi Covid Tirreno cosentino comune per comune

Facciamo allora il punto dei contagi per i centri del Tirreno cosentino.

AMANTEA. Attualmente sono positive e presso i propri domicili 16 persone. I guariti complessivi sono 36. I deceduti 2.

Va ricordato che qui si sono registrati numerosi casi di positività all’interno di un centro di accoglienza per migranti, 55, tutti trasferiti.

BELVEDERE MARITTIMO. Il focolaio più consistente del Tirreno cosentino conta 59 attualmente positivi: 55 in isolamento domiciliare e 4 in ospedale.

BUONVICINO. Il primo comune del territorio a dover fronteggiare un focolaio che si è fermato a 9 casi, ancora tutti in isolamento domiciliare, e purtroppo anche un decesso.

CETRARO. Resta la preoccupazione per l’incremento dei contagi, saliti a 36.

DIAMANTE. I casi di positività sono arrivati a 12 e sono tutti in isolamento domiciliare.

FUSCALDO. Dopo un lungo periodo di calma relativa, recentemente si è registrato un nuovo caso. Totale attualmente positivi: 12.

GRISOLIA. Per Grisolia, l’Asp riporta 5 casi positivi, tutti a domicilio.

Ma lo scorso 28 ottobre, l’amministrazione comunale ha riferito di altri due casi, in isolamento da “una settimana prima dall’esito del tampone – dicono dal municipio -, in quanto 1 di esse presentava lieve sintomatologia”.

MAIERA’. Per l’Asp Risulta ancora positivo l’unico residente contagiato da Covid-19.

Tuttavia, il sindaco Giacomo De Marco ha da poco riferito che ” 8 casi risultano positivi al Covid-19, che ci sono stati comunicati da una clinica privata.

Stiamo provvedendo ad emanare ordinanza di quarantena ai nuclei familiari interessati”.

Su questi si attende dunque il tampone di conferma da parte dell’azienda sanitaria.

PAOLA. 11 casi positivi e attivi in città e in isolamento domiciliare.

A lungo i contagi si erano arrestati, ma sono ripresi a crescere di recente, dopo che, nella prima ondata, si erano registrati diversi casi e anche un decesso.

PAPASIDERO. 1 solo positivo da tempo.

PRAIA A MARE. 1 positivo in isolamento domiciliare da molti giorni nella città dell’Isola Dino dove i casi totali sono stati 2.

SAN LUCIDO. Attualmente si contano 2 positivi, ma durante la prima ondata erano decedute 4 persone e quasi in 50 sono risultate positive.

SAN NICOLA ARCELLA. Nel comune dell’Arcomagno gli attualmente positivi sono 10 da diverso tempo.

SANTA MARIA DEL CEDRO. Recentemente sono stati registrati 4 nuovi casi di positività che hanno portato il totale a 11, di cui 6 attivi e 5 guariti.

SCALEA. Dopo Belvedere Marittimo e Cetraro, Scalea è il centro del Tirreno cosentino che conta più casi attivi, attualmente sono 23.

TORTORA. Situazione molto particolare nel comune di Tortora, dove si era registrata una lunga calma post-estate (2 contagiati, poi guariti).

Nelle ultime 24 ore però sono stati segnalati alcuni casi di positività all’interno di un nucleo familiare di una frazione montana.

Una località confinante con Lauria, in Basilicata, dove è in atto un focolaio di Covid-19.

Per questioni di prossimità – ci hanno riferito fonti attendibili – a queste persone è stato fatto il tampone faringeo dall’azienda sanitaria di Potenza.

Si attende dunque che questo dato venga recepito e verificato dall’Asp di Cosenza che, nell’ultimo report ufficiale riferisce di zero contagi.

VERBICARO. I casi attivi sono 2 e in isolamento domiciliare.

green multiservice disinfezione

About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

riviera dei cedri fiume noce

San Sago, i Verdi Maratea: “Vogliamo vedere le carte”

Chiesto accesso agli atti del procedimento riguardante la Valutazione di incidenza fase di screening relativa …

One comment

  1. Hanno fatto il lavaggio del cervello io non sono negazionista ma si sta arrivando all’isteria con tutte le conseguenze.

error: Materiale protetto da copyright