Home / CRONACA / Amici in Comune, ristorante e campi da tennis: le manovre per escludere la concorrenza

Amici in Comune, ristorante e campi da tennis: le manovre per escludere la concorrenza


L’imprenditore prescelto accontentato dal sindaco di Praia a Mare e dal Multifunzionario. Tagliato fuori l’ex gestore della terra rossa.


Il sindaco, il multifunzionario, l’imprenditore. Tutti d’accordo su come gestire la gara di affidamento di un ristorante-bar con annessi campi da tennis di proprietà comunale.

Emerge anche questo aspetto dall’Operazione Amici in Comune della procura di Paola e della guardia di finanza di Scalea.

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

La locazione del risto-bar e dei campi da tennis

L’immobile, il campo da gioco e l’area circostante oggetto della gara si trovano in località Fiuzzi.

L’affidamento viene messo a bando e aggiudicato a una società con sede a Praia a Mare nel giugno del 2018, per 9 anni e per un totale di poco più di 227 mila euro e con un canone annuo di 25.000 euro.

Come spiegano gli investigatori, però, innanzitutto i tre si accordano per accorpare, ai fini della gara, le due attività distinte: il bar-ristorante e i campi da tennis, che in precedenza erano gestite separatamente.

Ci penserà con proprio atto il responsabile dell’Area Lavori Pubblici del Comune di Praia a Mare che modifica una precedente delibera della Giunta.

Lo stesso funzionario è anche il responsabile della Centrale unica di committenza dei comuni di Praia a Mare, Diamante e Belvedere Marittimo, nonché responsabile unico del procedimento e della procedura della gara in questione.

Dopo l’accorpamento, il sindaco e il multifunzionario escogitano una nuova modifica delle carte. Questa volta, tocca al bando di gara.

Inseriscono infatti – spiegano gli inquirenti – una clausola. Con essa pongono l’obbligo di acquisto di materiali e arredi presenti nel ristorante-bar da parte dell’aggiudicatario a favore della società uscente, che ne è proprietaria.

Questi beni vengono stimati per un valore di 98.000 euro, particolarmente alto rispetto a quanto concluso da una verifica di altra parte, ma soprattutto ritenuta sospetta dagli inquirenti per la sua natura generale, insomma poco dettagliata.

A questo punto procura e finanza spiegano che, da un lato, il sindaco di Praia a Mare rassicura l’imprenditore sulla concessione della locazione anche per il futuro. “Ora te la tieni per sempre“, gli dice al telefono.

Dall’altro lato, che la clausola è ideata come deterrente per altri offerenti.

È il caso – citato negli atti – del precedente gestore dei campi da tennis che, ovviamente, non avrebbe mai potuto sobbarcarsi il costo di 98.000 euro di materiali e arredi del ristorante-bar.

In questo modo avrebbero quindi, secondo le accuse, favorito di fatto la ditta uscente, la già menzionata proprietaria di arredi e materiali, che risulta essere l’unica società a partecipare alla gara, aggiudicandosela con un rialzo minimo dell’1%.

E, soprattutto, non obbligata all’esborso dei 98.000 euro poiché già proprietaria dei beni.

In sostanza, partecipare alla gara comporterà per il privato uscente soltanto il primo canone di fitto, 25.000 euro, contro i 123.000 euro che costerebbe a qualsiasi altro pretendente (25.000 + 98.000).

In questo caso, pare essere risultata decisiva la denuncia esposta proprio dal precedente gestore dei campi da tennis.

CLICCA: ECCO LE 10 GARE OGGETTO DELL’INDAGINE AMICI IN COMUNE

Operazione Amici in Comune

Amici in Comune è l’operazione della guardia di finanza su mandato della procura di Paola circa reati di turbativa d’asta, falso ideologico e concussione accertati negli ultimi due anni nel Comune di Praia a Mare.

11 persone sono state raggiunte da un’ordinanza di misure cautelari.

Il sindaco di Praia a Mare, Antonio Praticò, e il il responsabile dell’Area Lavori Pubblici si trovano agli arresti domiciliari.

Altre 9 persone, tra tecnici e imprenditori, sono state interdette dai pubblici uffici o dallo svolgere attività imprenditoriale per la Pubblica amministrazione per un anno.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

tari praia

Praia a Mare, Tari: voto contrario dell’opposizione, ecco perché

Amare Praia: “La previsione di spesa per l’anno in corso non tiene conto degli aumenti …