Home / IN PRIMO PIANO / Mimmo Lucano può essere eletto al Consiglio della Regione Calabria?

Mimmo Lucano può essere eletto al Consiglio della Regione Calabria?


La condanna dovrebbe vietargli di partecipare alle elezioni, essere eletto e sedere nell’Astronave. Ma De Magistris non sembra voler mollare.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

Mimmo Lucano può essere eletto al Consiglio della Regione Calabria?

Una domanda che molti si saranno posti nelle ultime ore, dopo la notizia di giornata.

L’ex sindaco di Riace è stato condannato a 13 anni e 2 mesi di carcere dal tribunale di Locri, come abbiamo riportato qui.

La pena accessoria dell’interdizione per 5 anni dai pubblici uffici dovrebbe impedirgli di proseguire la sua corsa al seggio di consigliere regionale.

Prevista dall’articolo 28 del Codice penale, tra le altre cose essa “priva il condannato del diritto di elettorato o di eleggibilità in qualsiasi comizio elettorale, e di ogni altro diritto politico“.

Inoltre, qualora fosse eletto, sarebbe automaticamente sospeso per effetto della Legge Severino. L’articolo 8 del Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilità, infatti, prevede proprio la sospensione dalla carica per “coloro che hanno riportato una condanna non definitiva” per reati gravissimi e contro lo Stato.

Tra questi, proprio alcuni per i quali Lucano è stato condannato dal tribunale di Locri: associazione per delinquere, abuso d’ufficio, concussione e peculato.

L’ex sindaco di Riace, inoltre potrebbe optare per motivi di opportunità a rinunciare, come già chiesto in giornata dal commissario della Lega in Calabria, Giacomo Francesco Saccomanno.

Una ipotesi probabilmente non contemplata ora come ora, a giudicare dalle parole di Luigi De Magistris seguite alla sentenza che ha colpito uno dei suoi candidati principali (in tutte le circoscrizioni).

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

“Per me – ha detto l’aspirante governatore della Calabria – Mimmo Lucano è un uomo giusto, un simbolo di umanità e di fratellanza universale. Non si è mai girato dall’altra parte di fronte alla richiesta di vita di esseri umani diversi”.

Ha quindi lodato il Modello Riace e ha aggiunto: “Per me Lucano è l’antitesi del crimine. Non è certo un cultore del diritto amministrativo, avrà pure commesso delle irregolarità e illegittimità – ancora De Magistris -, ma sono convinto che alla fine del suo calvario verrà assolto perché ha agito per il bene e mai per il male.

Si deve avere fiducia nella magistratura e nella presunzione di innocenza fino a sentenza definitiva“.

Poi svicola verso toni da campagna elettorale: “Certo – ha detto -, in una terra in cui pezzi significativi di politica e pezzi deviati delle istituzioni si sono mangiati tutto, tanto che mancano i diritti all’acqua, allo smaltimento dei rifiuti, alla depurazione, alla sanità pubblica e alla cura delle persone, al lavoro, alle infrastrutture materiali e digitali, alla mobilità, ai finanziamenti per lo sviluppo, alla cura delle fragilità e all’istruzione, con una emigrazione giovanile impressionante, vedere che il problema di questa regione sul piano giudiziario è Mimmo Lucano fa male al cuore e alla testa.

Ma la storia dell’umanità insegna che non sempre la giustizia coincide con la legalità“, ha poi aggiunto per poi scagliare un nuovo slogan elettorale: “Gli ultimi passi verso la vittoria, verso la liberazione della Calabria, li compiremo domani proprio da Riace per abbracciare e sostenere ancor di più il nostro Mimmo Lucano”.

L’ufficio stampa del sindaco di Napoli informa che domani, 1º ottobre alle 15 e 30 sarà con Mimmo Lucano a Riace, al Villaggio Globale, per iniziare da lì il rush finale della sua campagna elettorale.

“Ora è il momento del riscatto – ha quindi concluso Luigi De Magistris –. Andiamo a votare in massa e scassiamo il sistema con la matita elettorale“.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Tragedia in Sila, muore direttore impianti di risalita di Lorica

L’ingegnere di Ferrovie della Calabria Alessandro Marcelli vittima di un incidente durante le verifiche tecniche …