Home / IN PRIMO PIANO / Tortora, il Comune si muove per la festa di San Biagio

Tortora, il Comune si muove per la festa di San Biagio

Iniziativa dell’assessore Praino: raccogliamo le forze propositive del paese per un ritorno ai festeggiamenti di San Biagio all’altezza.

studio odontoiatrico vaccaro diamante

Formare un comitato per la festa di San Biagio, patrono di Tortora, e organizzare eventi di contorno alla parte religiosa.

Alcuni giorni fa l’assessore al Turismo Biagio Praino ha lanciato l’invito ai propri concittadini a collaborare per l’organizzazione dell’evento. Ed è questa la motivazione alla base di un incontro previsto oggi, mercoledì 11 gennaio 2022, presso l’hotel Napoleone.

Il tempo non è moltissimo, dal momento che la data della festività è venerdì 3 febbraio 2022, ma le cose da fare invece sì: “Anche per questo – ha detto Praino – è necessario raccogliere le forze positive del paese e procedere spediti. Inoltre, si può pensare ad estendere le attività anche al week end immediatamente successivo, spingendosi fino al 5 febbraio. dipenderà dalle risposte che, in parte, sono già arrivate da diversi concittadini. A mio avviso – ha detto Biagio Praino – sta nascendo un gran bel gruppo”.

SEGUI INFOPINIONE SU GOOGLE NEWS

Nel frattempo si è già dedicata attenzione all’intrattenimento, con l’assessorato che ha sondato alcuni artisti tra i quali scegliere per lo spettacolo della parte civile, ma anche questo aspetto dipenderà dalle risorse economiche che si riusciranno a mettere a disposizione dell’iniziativa.

C’è infatti da ricordare anche che buona parte degli stanziamenti comunali per questo genere di attività sono state gioco forza dirottate sui capitoli riguardanti la sistemazione dei danni provocati dall’alluvione dei mesi scorsi (leggi qui).

Un aspetto, questo, che in qualche modo influenza anche la parte religiosa della festa, a cura della parrocchia: premesso che tutte le attività si svolgeranno al Centro storico, si valuta se effettuarle presso la Chiesa del Convento o presso la Chiesa Madre nella parte bassa del borgo. Una valutazione che è dettata dalla eventuale persistenza di aree dell’abitato a rischio causa dissesto idrogeologico.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

cedro di santa maria del cedro museo rotary scalea

Rotary Scalea, premio a Renato Aronne e Tullio di Lorenzo

Iniziativa Rotary Riviera dei Cedri club di Scalea: un premio ai due professionisti distintisi nel …