Home / CRONACA / Sequestro di novellame di sarda in Calabria: le Fiamme Gialle sequestrano oltre mezza tonnellata di “bianchetto”

Sequestro di novellame di sarda in Calabria: le Fiamme Gialle sequestrano oltre mezza tonnellata di “bianchetto”

Sequestro di oltre mezza tonnellata di novellame di sarda, conosciuto anche come “bianchetto” in Calabria da parte della Guardia di Finanza: il prodotto ittico era stato pescato illegalmente e ora sarà donato a istituti caritatevoli.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

I Finanzieri della sezione operativa navale di Roccella Jonica, nell’ambito di un servizio di polizia economico-finanziaria mirato al contrasto della pesca di frodo, hanno sequestrato oltre mezza tonnellata di novellame di sarda, meglio noto come “bianchetto”.

L’operazione è frutto di un’attività informativa condotta su più giorni, con l’ausilio di pattuglie a terra e unità navali del Corpo. Le fiamme gialle hanno individuato un soggetto che, a bordo di un natante da diporto, stava pescando il novellame di sarda nelle acque antistanti la località di Riace Marina.

Oltre al sequestro del prodotto ittico, che ammonta a più di 500 chilogrammi, è stata sequestrata anche una rete da circuizione di oltre 30 metri di lunghezza. Al soggetto colto in flagranza è stata notificata una sanzione amministrativa di oltre 60 mila euro.

Il novellame di sarda, sottoposto a controllo sanitario da parte del personale veterinario dell’Asp, è stato donato ad istituti caritatevoli per il consumo nelle loro mense.

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

La cattura illegale del novellame di sarda è una pratica che, oltre a produrre indebiti guadagni, risulta gravemente dannosa per l’ecosistema marino. Il prelievo di novellame impedisce la riproduzione delle sardine, con un potenziale danno all’habitat marino. Inoltre, il prodotto ittico illecitamente catturato viene spesso immesso al consumo senza alcun controllo igienico-sanitario, con possibili rischi per la salute pubblica.

L’attività di “polizia del mare” del comparto aeronavale della Guardia di Finanza si svolge anche in chiave preventiva, con una costante presenza e un serrato controllo tanto a terra quanto in mare, a tutela dell’ecosistema e della salute dei consumatori.

L’operazione di Roccella Jonica si inquadra nell’ambito dei servizi di controllo economico esercitate sul territorio e lungo la fascia costiera calabrese, che hanno già portato al sequestro di diversi chilogrammi di prodotto ittico illecitamente pescato.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

alta velocità tortora praia a mare salerno reggio calabria

Alta velocità Salerno Reggio Calabria, Unione associazioni: “Troppo silenzio nel fase cruciale”

Mentre Rfi ha indetto la conferenza dei servizi sui nuovi tratti di Alta velocità Salerno …