Home / COMUNI / DIAMANTE / Scalea, al via il Festival del Teatro Amatoriale: 5 date per 5 compagnie locali

Scalea, al via il Festival del Teatro Amatoriale: 5 date per 5 compagnie locali

Il festival del Teatro Amatoriale scatta venerdì 23 febbraio presso la Sala polifunzionale del palazzo di città di Scalea. In scena “Guardando e ascoltando il murale di Baruch Kadmon” della compagnia degli In-Stabili di Diamante.

mary ristorante pizzeria santa maria del cedro calabria

Avrà inizio venerdì 23 febbraio, alle 21, presso la Sala polifunzionale di Scalea, il Festival del Teatro Amatoriale organizzato dal Comune di Scalea con la direzione artistica del Cinecircolo Maurizio Grande e il patrocinio della Pro Loco di Scalea.

Sono previsti cinque appuntamenti in cui saranno protagoniste cinque compagnie di teatro amatoriale provenienti dal Tirreno cosentino. Ad ogni serata sarà presente anche un ospite d’eccezione: all’inaugurazione della rassegna interverrà l’attrice Annalisa Insardà.

lo spettacolo inaugurale sarà “Guardando e ascoltando il murale di Baruch Kadmon”. A rappresentarlo la compagnia degli In-Stabili di Diamante, con la regia di Domenica Magurno anche autrice del testo. In scena, oltre alla stessa Magurno anche Enzo e Alessandro Ritondale e la cantastorie Miriam Scarcello.

La compagnia degli In-Stabili si è formata nel 2015 come associazione culturale sotto la presidenza di Domenica Magurno e finora si è presentata al pubblico di tutta la costa con diversi spettacoli fra cui “Scinnitim’ Ccà”, “La Natività: Miriam/Maria si racconta”, “La Pentola a Pressione”.

Il testo che sarà rappresentato a Scalea, racconta le suggestioni che il murale dell’artista afghano Baruch Kadmon suscita da sempre nell’animo dell’autrice.

Festival del Teatro Amatoriale scalea
Il murale di Baruch Kadmon a Diamante

SEGUI INFOPINIONE SU GOOGLE NEWS

Il Murale di Kadmon è tra i più apprezzati e meglio conservati fra quelli dipinti sui muri di Diamante. Realizzato durante la prima “Operazione Murales” ideata nel 1981 dall’allora sindaco Evasio Pascale e l’artista Nani Razzetti, l’opera si trova in via Concezione nel cuore del centro storico adamantino.

Il murale è la raffigurazione dell’immagine scattata dal fotografo americano Paul Strand a Luzzara (RE) che fa da copertina al fotolibro “Un Paese” realizzato insieme allo sceneggiatore e giornalista Cesare Zavattini. La foto raffigura cinque uomini e una donna, sulla soglia di una casa, nell’immobile attesa di una ripartenza nell’Italia dell’immediato dopoguerra. Kadmon ha rivisto nel borgo di pescatori che era Diamante nel 1981, le stesse condizioni del borgo contadino di Luzzara decidendo di riprodurre la foto di Paul Strand sui muri del borgo calabrese.

Le riprese televisive degli spettacoli previsti dal Festival del Teatro Amatoriale saranno a cura di Telediamante.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

truffa falsi carabinieri

Truffa falsi carabinieri: due napoletani derubano un’anziana a Bova Marina. Denunciati dall’Arma

Truffa dei falsi carabinieri a danno di un’anziana di Bova Marina: sottratti gioielli per un …