Home / IN PRIMO PIANO / Sette imprese su 10 hanno il sito, ma solo il 20% vende online: lo studio InfoCert

Sette imprese su 10 hanno il sito, ma solo il 20% vende online: lo studio InfoCert

Stando a un recente studio, ben il 70% delle imprese ha un sito, ma sono in poche a vendere online. Ecco gli ultimi dati in merito e alcuni consigli utili per creare un e-commerce efficace.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

Italia, 7 aziende su 10 hanno un sito, ma in poche vendono online

In base ad uno studio svolto da InfoCert, una società che eroga servizi di digitalizzazione dei processi, in Italia 7 aziende su 10 hanno un sito web. Con ben l’84,6%, il Trentino Alto-Adige è la regione con la più elevata percentuale di imprese presenti online. A seguire troviamo il Veneto, a quota 83,3%, l’Umbria con l’82,4% e la Lombardia con l’82,1%. All’ultimo posto si colloca la Calabria, con il 55,3%. Poco sopra la Puglia con il 56,9% e la Sardegna con il 58,2%.

Il Trentino-Alto Adige è anche la regione con il maggior numero di aziende che utilizzano l’e-commerce, registrando il 25,9%. Al secondo posto si colloca la Sicilia, a quota 23,3%. Sempre la Sicilia è la regione con la più ampia diffusione della connessione Internet veloce. Nonostante la maggior parte delle aziende disponga di un sito web, soltanto il 18,9% di esse lo utilizza per vendere prodotti oppure servizi online.

Consigli per creare un e-commerce efficace

La digitalizzazione delle aziende in Italia risulta essere ancora disomogenea, e per questo è importante promuovere un cambiamento culturale che permetta di sfruttare appieno le relative opportunità, soprattutto per quanto riguarda l’e-commerce. Questo si rivela essere la chiave del successo per le imprese che vogliono essere ancora più competitive nel mercato internazionale.

Sono diversi gli accorgimenti a cui è bene prestare attenzione per creare un e-commerce efficace. Innanzitutto è fondamentale definire gli aspetti legali ed individuare un modello di business. Bisogna studiare i competitor, definire il business plan e scegliere la piattaforma di e-commerce più adatta alle proprie esigenze. Riguardo quest’ultimo punto, per chi inizia è consigliabile optare per un hosting economico che, come spiega Punto-informatico in questa recensione dedicata, consente di ridurre i costi iniziali.

Dopo di che, sarà fondamentale prestare attenzione alla grafica del sito, che deve risultare particolarmente accattivante e intuitiva. Bisogna assicurarsi che il sito sia accessibile e facile da navigare su tutti i dispositivi, con un design pulito e attraente.

Una volta scelti i prodotti che si desidera vendere e realizzata la piattaforma, bisogna sviluppare il brand. Quindi, ottimizzare il sito per i motori di ricerca utilizzando parole chiave rilevanti e creando contenuti di valore per attirare e mantenere l’interesse dei visitatori. Molto importante è anche offrire diverse opzioni di pagamento sicure e affidabili per soddisfare le preferenze dei clienti.

È importante anche fornire un supporto clienti reattivo e disponibile attraverso diversi canali, come chat live, email e telefono. Le prestazioni del sito devono essere monitorate e i dati di vendita analizzati per identificare aree di miglioramento e ottimizzare continuamente l’esperienza utente. Seguendo questi consigli, è possibile creare un e-commerce efficace, capace di attrarre e mantenere clienti, incrementando così le vendite e il successo del business.

mary ristorante pizzeria santa maria del cedro calabria

About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

truffa falsi carabinieri

Truffa falsi carabinieri: due napoletani derubano un’anziana a Bova Marina. Denunciati dall’Arma

Truffa dei falsi carabinieri a danno di un’anziana di Bova Marina: sottratti gioielli per un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *