Home / COMUNICATI STAMPA / Praia a Mare, De Lorenzo: “Ps a rischio chiusura notturna”

Praia a Mare, De Lorenzo: “Ps a rischio chiusura notturna”


Problemi nella dotazione organica potrebbero costringere all’interruzione del servizio secondo il consigliere praiese.


Il pronto soccorso dell’ospedale di Praia a Mare rischia la chiusura notturna dalla prossima settimana“.

A lanciare l’allarme è il consigliere comunale Antonino De Lorenzo.

Serve un altro medico e subito – fa sapere – per la copertura del servizio che, attualmente, era garantito da 6 medici invece che dagli 11 previsti dal Piano del fabbisogno del personale dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza.

Da circa due mesi, uno di questi sei ha chiesto e ottenuto il trasferimento in altra sede e i medici sono rimasti in 5.

La cosa assurda è che il sostituto è già stato individuato ma, allo stato attuale, non è dato sapere quando entrerà in servizio”.

Secondo il consigliere comunale la chiusura notturna del pronto soccorso sarebbe una “evenienza catastrofica” per l’Alto Tirreno cosentino.

“La situazione di crisi – ancora De Lorenzo – ci impone un intervento tempestivo e immediato per garantire un servizio di massima utilità per tutto il comprensorio che, considerato il periodo emergenziale in atto, appare ancor di più necessario.

Proprio in tal senso sono stati gli interventi posti in essere dal sottoscritto e dalla mia parte politica che si è attivata immediatamente per cercare di normalizzare una situazione anomala e pericolosa che deve essere solo un piccolo passo verso il recupero appieno di una struttura sanitaria la cui valenza è stata riconosciuta da una sentenza del Consiglio di Stato.

È questo il tempo della condivisione degli intenti e, soprattutto degli obiettivi, prescindendo dall’eventuale immobilismo della classa politica locale che, a quanto pare, non ha preso a cuore la problematica.

L’azione politica di un consigliere comunale è, tra l’altro, quella di informare i cittadini e di sensibilizzarli verso un interessamento che deve essere, prima di tutto, della società civile oltreché di chi fa politica.

Come in ogni cosa l’unione fa sempre la forza. Oggi è tempo di cambiare passo, di riconoscere il fallimento della gestione commissariale e di iniziare a chiedere con forza nuove e più efficaci soluzioni attraverso l’impegno unito di manager capaci e di politici che davvero vogliono il bene della nostra regione“.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

praia consiglieri

Amare Praia, interrogazione a De Lorenzo su attività dei consiglieri delegati: “Approvate 4 deliberazioni in maniera irregolare”

“Perché consiglieri delegati svolgono attività degli assessori”? Il gruppo di minoranza chiede lumi al sindaco …