Home / CRONACA / Re Nudo, chiesta condanna per l’assessore Francesca Amoroso

Re Nudo, chiesta condanna per l’assessore Francesca Amoroso


Il PM: 2 anni e 4 mesi di reclusione nel rito abbreviato. Domani la decisione anche per i rinvii a giudizio degli altri indagati.


Il PM di Paola ha chiesto la condanna a 2 anni e 4 mesi di carcere per Francesca Amoroso.

La dipendente dell’Asp è stata l’unica dei 92 indagati dell’operazione Re Nudo a scegliere il rito abbreviato.

L’assessore del Comune di Diamante è difesa dagli avvocati Branda e Carratelli che hanno respinto le accuse del Pubblico Ministero Maria Francesca Cerchiara, dichiarando la propria assistita estranea ai reati contestati.

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

Intanto domani, giovedì 10 giugno 2021, è attesa la pronuncia del Gup di Paola tanto sulla Amoroso, quanto sul rinvio a giudizio o proscioglimento degli altri indagati che hanno optato per il rito ordinario.

L’inchiesta Re Nudo della Dda con la collaborazione della Procura della Repubblica di Paola ha accertato presunti reati di corruzione e falso nell’ambito delle sedi locali dell’Asp di Cosenza a Diamante e Scalea.

Tra i principali indagati risultano Mario Russo, Antonia Coccimiglio ed Eugenio Vitale, rispettivamente presidente, segretario e componente della commissione invalidi di Diamante.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Santa Maria del Cedro, si ferisce con un flex ma manca l’ambulanza: la polizia municipale lo scorta in Pronto soccorso

Brutta dIsavventura per un 39enne. I vigili hanno interagito con la sala operativa del 118. …