Home / COMUNI / AIETA / Anche quest’anno l’Istituto comprensivo Praia a Mare partecipa ai Giochi d’Autunno

Anche quest’anno l’Istituto comprensivo Praia a Mare partecipa ai Giochi d’Autunno


Prove per gli studenti delle scuole di Praia a Mare, Aieta e San Nicola Arcella. Gli insegnati e i dirigenti: “Conta mettersi in gioco”.


L’Istituto comprensivo di Praia a Mare partecipa all’edizione 2021-2022 dei Giochi d’Autunno, in programma nella settimana dal 15 al 19 novembre 2021.

“Si tratta di un’iniziativa didattico culturale promossa dal centro Pristem dell’Università Bocconi di Milano – spiegano dalla scuola -, che anche quest’anno ha fatto registrare una massiccia partecipazione di studenti dell’intero comprensivo di Praia a Mare, Aieta e San Nicola Arcella.

Hanno dato il via alle gare, la secondaria di primo grado e la primaria di via Verdi-Marco Polo, sostenendo le prove lunedì 15 novembre, mentre martedì 16 hanno svolto i quesiti le classi quarta e quinta del plesso di via Galilei e di via Manzoni.

Oggi, giovedì 18 novembre, sono impegnate la primaria e la secondaria di San Nicola Arcella e concluderanno la competizione venerdì 19 la primaria e la secondaria di Aieta.

Le difficoltà e la durata dei giochi sono previste in funzione delle classi frequentate e delle varie categorie: in particolare, CE (per gli allievi di quarta e quinta primaria), C1 (per gli studenti di prima e seconda secondaria di I grado), C2 (per gli studenti della terza classe della secondaria di I grado e prima classe della secondaria di II grado), L1 (per gli studenti di seconda, terza e quarta secondaria di II grado) e L2 (per gli studenti di quinta secondaria di II grado)”.

SEGUI INFOPINIONE SU GOOGLE NEWS

“Per affrontare le gare matematiche – fa sapere Francesco Marsiglia, organizzatore della manifestazione per l’Istituto praiese – non è necessaria la conoscenza di nessuna formula o teorema. Occorre invece una gran voglia di mettersi in gioco, creatività, intuizione e logica.

I giochi consistono in una serie di problemi da risolvere in 90 minuti, ma, al di là dei risultati, il significato che si vuole attribuire alla manifestazione è la soddisfazione che deve derivare ai concorrenti dall’essersi messi in gioco responsabilmente.

Si può anche consegnare il foglio-risposte in bianco o magari rispondendo correttamente solo a qualche quesito, ma questo dopo averci provato ed essersi impegnati a dare il meglio di sé stessi. In questo senso, ciò che si consiglia ai giovani concorrenti è di utilizzare in modo ottimale il tempo a loro disposizione, in modo da realizzare la migliore performance possibile”.

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

“Le prove – informa la dirigente Patrizia Granato – si svolgono in un clima di assoluta serietà che anche gli studenti avvertono. È sicuramente importante che vincano, o che risolvano in modo corretto il maggior numero di quesiti, ma è altrettanto importante che recepiscano l’atmosfera di seria competizione che li invita a dare il meglio di sé.

Per tutti, i Giochi d’Autunno saranno sicuramente un’esperienza positiva e un’occasione di crescita se gestiti e condotti con serietà. Non resta che augurare ai nostri giovani alunni un grosso in bocca al lupo”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

grisolia scuola chiusa sanificazione scuolabus

Grisolia, un contagio Covid-19 tra i banchi: scuole chiuse

L’ordinanza del sindaco Saverio Bellusci emessa questa mattina e valida anche per domani. Si torna …