Home / CRONACA / Zoo Parco Giada Lagonegro, sequestrati alcuni animali per detenzione irregolare

Zoo Parco Giada Lagonegro, sequestrati alcuni animali per detenzione irregolare


Intervento nell’oasi faunistica dei carabinieri forestali. Il sindaco Di Lascio: “Dal 2014 mai provveduto ad autorizzazione”.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

Alcuni animali presenti nel Parco Giada di Lagonegro sono stati sequestrati dai carabinieri forestali nei giorni scorsi per detenzione illegale di specie protette.

Lo ha confermato la sindaca Maria Di Lascio, spiegando che mercoledì 17 novembre si sono presentati in comune i militari del nucleo operativo Cites chiedendo di visionare l’autorizzazione a detenere nell’oasi di località Calda alcuni esemplari.

maria di lascio sinadaca lagonegro

SEGUI INFOPINIONE SU GOOGLE NEWS

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

“Si tratta – ha spiegato la prima cittadina – di una autorizzazione che deve essere rilasciata dal prefetto, ma che non abbiamo potuto esibire perché non esiste.

Dunque, chi ha comprato questi animali nel 2014 e chi negli anni è stato responsabile della loro detenzione, me compresa, lo ha fatto senza le prescritte autorizzazioni“.

Di Lascio ha ricordato che gli animali in questione si trovano nel Parco Giada dal 2014, quando l’amministrazione dell’epoca li ha acquistati per ripopolare l’oasi, svuotatasi nel frattempo degli esemplari donati da Angelo Alagia, per decesso o per trasferimento in altre strutture apposite.

“Ora l’ente valuterà il da farsi – ha proseguito la sindaca -, perché è stato in definitiva accertato un reato penale.

Il sequestro è stato fatto nei miei confronti, ma sarà notificato a tutti coloro che in questi anni hanno commesso questo reato.

Il sindaco Domenico Mitidieri, che li ha comprati, il suo successore Pasquale Mitidieri, il facente funzione Giovanni Santarsenio, che li ha trasferiti all’attuale gestore, e fino ai commissari prefettizi che mi hanno preceduto”.

Per la precisione, gli esemplari sequestrati dai carabinieri forestali sono 7 daini, 15 cinghiali e un muflone, facenti parte dei complessivi 147 animali ospitati nel Parco Giada.

Di recente la struttura, che comprende anche servizi ricettivi e sportivi, è finita al centro di polemiche per una delibera dell’attuale amministrazione comunale con la quale la fauna del Parco è stata stimata e posta in vendita. (ne abbiamo parlato qui)

Sulla questione la sindaca Maria Di Lascio aveva poi fornito dei chiarimenti alla nostra testata, riportati in questo articolo.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Reddito di cittadinanza: cerco lavoro da due anni, ma sono troppo qualificato

Una storia reale dal Tirreno cosentino. Una come tante, infarcita di delusione e rabbia. “Mi …