Home / COMUNI / BELVEDERE / Bruciò automobile a ex compagna a Belvedere Marittimo, allontanato campano residente a Praia a Mare

Bruciò automobile a ex compagna a Belvedere Marittimo, allontanato campano residente a Praia a Mare

Il 40enne è accusato dell’incendio dell’automobile a una 26enne a Belvedere Marittimo con la quale aveva avuto una relazione sentimentale. Disposto il divieto di avvicinamento, di dimora nel comune altotirrenico e obbligo di braccialetto elettronico.

bigmat fratelli crusco grisolia

Un 40enne di origini campane residente a Praia a Mare è stato colpito da provvedimento giudiziario dopo aver incendiato, il 3 marzo scorso, l’automobile della ex compagna, una 26enne di Belvedere Marittimo. Al soggetto è stato fatto divieto di avvicinamento alla persona offesa e ai luoghi dalla stessa abitualmente frequentati oltre al divieto di dimora nel comune di Belvedere Marittimo. Inoltre dovrà indossare il braccialetto elettronico.

La misura cautelare del Gip di Paola, emessa su richiesta della locale Procura, è stata eseguita nel Catanzarese nei giorni scorsi dai carabinieri della stazione di Belvedere Marittimo, con l’ausilio della stazione carabinieri di Catanzaro – Bellamena, competente per territorio.

Il 40enne è accusato dei reati di danneggiamento seguito da incendio, atti persecutori e maltrattamenti contro familiari o conviventi.

I carabinieri infatti ritengono sia il responsabile dell’incendio di natura dolosa dell’automobile della ragazza mentre la vettura era parcheggiata all’interno di un garage condominiale e verificatosi lo scorso 3 marzo a Belvedere Marittimo.

“La meticolosa attività di indagine – spiegano i carabinieri -, con il costante ed ininterrotto coordinamento della Procura della Repubblica di Paola, ha permesso non solo di identificare il responsabile del pericoloso gesto, che avrebbe potuto portare a conseguenze ben più gravi, ma anche di individuarne il verosimile movente e a raccogliere gravi indizi di colpevolezza in ordine ad altri reati commessi dall’indagato a discapito della proprietaria dell’auto incendiata, una ragazza 26enne che aveva avuto una relazione con il 40enne, da pochi mesi terminata bruscamente.

In particolare, come detto, sono contestati a quest’ultimo anche i reati di maltrattamenti contro familiari o conviventi e atti persecutori in quanto sia nel periodo in cui i due avevano convissuto e sia al termine della loro relazione, il 40enne avrebbe continuamente molestato la donna tanto da cagionarle un grave stato di ansia e paura“.

bigmat fratelli crusco grisolia

About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Furto nella notte al Santuario della Madonna della Grotta di Praia a Mare e nella chiesa madre: decapitata statua Gesù bambino

Ignoti hanno compiuto un furto al Santuario della Madonna della Grotta di Praia a Mare …

One comment

  1. A proposito dell’auto incendiata nel garage di un condominio in via della Repubblica a Belvedere Marittimo, ci sarebbe d’aggiungere che nella combustione che si è sviluppata, sono state coinvolti oltre alle auto, l’intero garage e tutti gli appartamenti, che hanno subito innumerevoli danni a causa della diffusione delle fiamme e dei fumi che si sono sprigionati. Quasi tutti gli abitanti del palazzo, hanno dovuto abbandonare il loro appartamento per almeno un mese, dormendo fuori di casa, con danni per la loro salute e col rischio di intossicarsi e/o rimanere ustionati!!!